Simul<small></small>
Jazz Blues Black − Jazz − Cameristico

Bebo Ferra - Andrea Dulbecco

Simul

2020 - Barnum for Art
13/01/2020 - di
Con questo Simul continua il viaggio della discografica Barnum for Art attraverso un mondo musicale basato sulla valorizzazione della qualità intesa come spessore progettuale, ricchezza di stimoli e soprattutto antitesi all`approccio "usa e getta". Un catalogo da assaporarsi a fondo, con calma ed attenzione.

Bebo Ferra (chitarre) e Andrea Dulbecco (vibrafono e marimba), musicisti ai vertici dei propri strumenti e artisti a tutto tondo, danno vita a un lavoro il cui titolo risulta programmatico: Simul, cioé insieme o allo stesso tempo, é un`eccellente sintesi di uno degli aspetti più rilevanti (anche se certamente non l`unico) di questo disco. In tutti i brani risulta infatti evidentissima la stretta integrazione e compatibilità di due musicisti che non si limitano a complementarsi; molti sono i momenti di contrappunto o in cui l`uno prende la parte dell`altro e viceversa sfruttando a fondo le potenzialità melodiche, armoniche e ritmiche dei propri strumenti. Sottolineiamo l`aspetto armonico vista la tecnica di impugnatura che Dulbecco usa, la cosiddetta presa alla "Gary Burton", con il ricorso a due mazzuole per mano dando così la possibilità di eseguire anche accordi.

Jimmy é ben rappresentativo della capacità di intreccio e di staffetta sopra ricordata. I due strumenti si parlano senza mai perdere il filo, mantenendo la barra dritta sulla composizione che evoca felicemente lo spirito "cameristico" del clarinettista di Dallas.

Fable é ricco di elementi degni di nota. La prima parte é melodicamente tracciata dal vibrafono con la chitarra che cesella accordi raffinati, densi di aggiunte e generalmente arpeggiati con chiarezza e delicatezza. La seconda parte vede invertirsi i ruoli con uno scambio tra i due quasi inavvertibile tanta ne é la naturalezza. Inoltre la struttura della composizione é basata su diversi temi e variazioni che tengono l`ascolto vivo, proprio come una narrazione di una favola ammaliante.  Stesso discorso vale per Semp-re, in cui si aggiungono un ritmo più veloce e un vibrato di Dulbecco per una resa di maggior vivacità.

Anche nei brani ripresi da altri autori il duo esprime la propria sapienza compositiva arrangiando in maniera decisamente personale le partiture.

Waltz New di Jim Hall é riproposta con schemi che eliminano un certo spirito bop e swing originale, mantenendo alcuni echi latini e un ritmo accentuato su cui emerge l`essenza melodica della composizione. E` una rivisitazione interessante nella quale i pesi specifici degli ingredienti originali vengono mutati a favore di una ricetta propria, densa di sfumature che rendono quasi inavvertibile il tempo dispari.

Song Song é un brano di Mehldau con una base molto semplice che lascia ampi spazi di manovra; l`uso di bicordi, una linea di basso delicata e un drumming sparso su piatti e spazzole consegnavano un originale essenziale che Mehldau colorava con una verve blues tenue ma evidente.
Qui il duo lavora molto sulla parte a suo tempo ad appannaggio del piano scambiandosi tra di loro  melodia (mano sinistra) e base armonica (mano destra) con una verve melodica molto più mediterranea, cantata e vivace. Nonostante l`organico ridotto il pezzo mantiene una sua corposità e propone una rielaborazione davvero interessante nello spirito e nella gradevolezza.

Da sottolineare poi i cinque cammei indicati in scaletta come "impro"; tutti di durata breve, poco più di un minuto ciascuno, sono imperniati su cellule molto semplici suonate anche con qualche eco per un effetto quasi psichedelico, come se fossero una seconda anima del disco. Se ne consiglia l`ascolto in sequenza per meglio apprezzarne, almeno a parere di chi scrive, la loro caratteristica che rischierebbe di risultare diluita all`interno della durata di tutto il lavoro.

Un esempio di come sonorità apparentemente tenuti ed evanescenti possano emergere in rilievo scolpendo impressioni chiare e durature. Consigliato a tutti, salvo forse che ai maniaci dell`heavy......

 

Track List

  • Exordium (impro)
  • Jimmy (to Jimmy Giuffré)
  • Fable
  • Subconsciuos Lee
  • Son song
  • London tour
  • Nihil Allabores Sedulus Curo (impro)
  • Semp-re
  • Waltz new
  • Allucinatio (impro)
  • Unnamed Road
  • Faber est suae quisque fortunae (impro)
  • Everything I love
  • Epilogus (impro)