Non nel mio mare<small></small>
Italiana • Alternative

Bad Black Sheep Non nel mio mare

2021 - LaCantina Records

07/04/2021 di Francesco Malta

#Bad Black Sheep#Italiana#Alternative



Non nel mio mare segna il ritorno discografico, dopo quasi otto anni, dei Bad Black Sheep. Un periodo di tempo lunghissimo nel mondo della discografia attuale, ma che la band vicentina ha sfruttato per affinare il proprio suono.

Se il precedente lavoro 1991 si rifaceva principalmente alle ispirazioni più importanti della band, Grunge su tutto, in questo nuovo disco la band si avvicina di più a sonorità che sono andate per la maggiore nell'ultimo decennio nella scena alternative rock italiana.

I suoni si strutturano e si fanno più complessi ed elaborati, le parole accompagnano con testi sulle insicurezze di questi tempi che viviamo. La lungan il risultato di riu pausa tra i due dischi della band ha portato a una consapevolezza maggiore delle proprie idee musicali, coscire a metterle alla perfezione su disco. Una produzione di alto livello aiuta poi nell'intento.

Le iniziali Venezia ed Esodo mettono in chiaro la direzione presa dalla band. I suoni si avvicinano all'indie-rock meno, ormai, convenzionale con chiari richiami ai Ministri e ai Fast Animals and Slow Kids. Il nostro più, con un riff che ricorda i R.E.M. e la successiva Lì dentro mantengono il ritmo elevato portandoci a Tenda d'acqua che per la prima volta fa tirare il fiato all'ascoltatore.

Caporale sembra quasi un corpo estraneo al disco, ma solamente a livello sonoro. Si passa in acustico, e quasi al folk, con un'ispirata storia di migranti nel nostro paese. Un piccolo gioiellino di songwriting. Prescrizione riprende il filo conduttore dell'inizio del disco, mentre In itinere ha tocchi più punk rispetto a quanto ascoltato finora. Ci aspettavamo mette in scena, per la seconda volta, le doti cantautoriali della band, mentre la conclusiva Ti nasconda risulta il pezzo più orecchiabile e aperto del disco.

I Bad Black Sheep regalano un disco solido e ispirato. Poche variazioni sul tema portante, ma quelle poche molto apprezzabili. I tanti anni passati tra i due dischi hanno portato la band a crescere e si sente, sperando che non si debba aspettare altrettanto per del nuovo materiale.

 

Track List

  • Venezia
  • Esodo
  • Il nostro più
  • Lì dentro
  • Tenda d`acqua
  • Caporale
  • Prescrizione
  • In itinere
  • Tutto sarà diverso
  • Ci aspettavamo
  • Ti nasconda