REC<small></small>
Italiana − Alternative

Animatronic

REC

2019 - La Tempesta Dischi
11/02/2020 - di


L`abbreviazione riportata sul tasto per avviare la registrazione. Appena entrati in sala di incisione, gli Animatronic, devono essersi assicurati di aver, per prima cosa, premuto il tasto RECE hanno messo su disco quello che è uscito fuori dall`incontro di questi tre musicisti. Luca Ferrari ( Verdena) alla batteria, Luca “Worm” Terzi alla chitarra e Nico Aztori al basso. E Alberto Ferrari ( Verdena) a premere il tasto REC in veste di produttore.

Tre musicisti che si ritrovano in studio e iniziano a suonare, una jam session che piano piano prende la forma di brani e di un disco di quindici pezzi, per lo più strumentali e senza uno stile predefinito, da buona tradizione delle Jam Session. Perché i brani prendono forma quasi da soli, spinti solo dall`ispirazione del momento di chi suona. Un modus operandi che ricorda molto da vicino la creazione degli ultimi due lavori dei Verdena ( Endkadenz Vol.1 e Vol.2), anch`essi figli di sessioni in studio a suonare tutto quello che passava per la mente ai tre musicisti.

Partenza potente con Teddy Red & Jenny Ride con i suoi toni che virano verso il math rock come anche la successiva Fl1pper# in cui però la scena viene presa per lo più dalla chitarra e dai cori, in una delle poche parti vocali del disco. In 6SSBARRE S.A.S. la chitarra è centrale e protagonista con la batteria che tocca e fugge, creando uno dei più riusciti pezzi dell`album, così come Crossing che mantiene la chitarra al centro ma la batteria si fa molto più pressante.

In cubo, già dal titolo, procede con un andamento cupo e inquietante fino all`esplosione finale, quasi ad andare ad aprire la seconda parte del disco. L`andamento è lo stesso della prima parte, potenza e tanto math rock. Da notare Zabran con il suo assolo finale e Fanki!?, più rock che funk che però cambia ritmo rispetto al resto del lavoro.

REC è un bel disco. Un disco potente e divertente da ascoltare. Forse un esperimento più che un disco vero e proprio ma di certo mette al suo interno tanta qualità artistica e tecnica. Perché pur essendo figlio di una Jam Session la produzione è curata alla perfezione. Soffre forse, alla lunga, troppa ripetitività dei brani ma è un aspetto che di certo potrà essere limato e corretto nel futuro della band.

 

Track List

  • Teddy Red & Jenny Ride
  • Fl1pper#
  • La7
  • 6SBARRE S.A.S.
  • Formula
  • Crossing
  • Tin-Tin
  • In Cubo
  • Ghostrek
  • Zabran
  • Seitan
  • Fuori di Nastro
  • Fanki!?
  • DCP
  • Tronofobia