Kilometri<small></small>
Italiana − Pop − Indie-pop, synth-pop

Amari

Kilometri

2013 - Riotmaker Records / Audioglobe
05/02/2013 - di
Gli Amari sono giunti alla loro settima fatica; il loro ritorno ha un nome, Kilometri, che può essere considerato un omaggio al proprio percorso musicale e non. Il titolo dell’album come loro stessi sottolineano è ispirato ad una frase tratta da Indiana Jones: “non sono gli anni, amore, sono i chilometri”. In tre lustri i di carriera si son guadagnati l’appellativo di pop band indipendente e questo nuovissimo lavoro riconferma la loro presenza all’interno del panorama musicale italiano. Ritornano alle origini, gli Amari: dopo la precedente esperienza anglofona (risalente al 2009) dell’album Poweri, la band friulana riprende a cantare in italiano.

Il leit motiv di Kilometri è il tempo, in tutte le salse e di ogni specie, analizzato come al microscopio da molteplici punti di vista; un tempo camaleontico mai uguale a se stesso, che ha capacità di cambiarti; un tempo caleidoscopico colorato e a tratti grigio, ma inevitabile  e comunque sconvolgente.

Noi siamo il risultato dello scorrere inesorabile del tempo, immobili spettatori delle stagioni che cambiano e delle epoche che mutano: avremmo spesso voluto bloccarlo, magari per rivivere un’emozione o semplicemente per impedire ad un'altra di turbarci.
Il tempo più importante - il singolo che ha anticipato l’album - è accompagnato da uno splendido video, che riassume il nostro essere inermi dinanzi al moto incessante del tempo (com’è che siamo qui a parlar del tempo, non è che poi ne abbiamo cosi tanto).

La formula della velocità lega assieme spazio e tempo in un rapporto inscindibile: allo stesso modo gli Amari si guardano alle spalle e scorgono ciò che nel tragitto hanno lasciato e ciò di cui invece si sono fatti carico. Aspettare, aspetterò è un brano intriso di speranza (nell’attesa dello slancio giusto), ma al contempo di nostalgia per ciò che è stato e che probabilmente non sarà più.

La title-track Kilometri si discosta dalle altre: diventa quasi soft poiché abbandona il turbinio pop; gli Amari si servono delle parole per unire a fattor comune il tempo e lo spazio, nel racconto romantico di una vicenda amorosa nella quale ci pensa la distanza a dividere due anime. 
In Africa il trio friulano guarda all’Italia: ancora una volta si parla di distanze geografiche e di pensiero tra città e provincia, le stesse che ti obbligano ad evadere, tutto ciò narrato in un atmpsfera assai strumentale. Ti ci voleva la guerra è una frase presa in prestito dalla saggezza popolare, si commenta da sola ed è la risposta alle nostre inutili ed infondate lamentele.

In Kilometri gli Amari vogliono “provare a fare del Pop cristallino senza troppi fronzoli, senza febbre e malattia” e ci sono riusciti: malgrado questo album prenda le distanze dai precedenti lavori, con il loro "Pop sbagliato" hanno fatto la scelta giusta. Questa è la dimostrazione che il tempo esiste e ci plasma a suo piacimento.

Track List

  • ASPETTARE, ASPETTERò
  • TI CI VOLEVA LA GUERRA
  • AFRICA
  • IL TEMPO PIù IMPORTANTE
  • IL CUORE OLTRE LA SIEPE
  • LA BALLATA DEL BICCHIERE MEZZO VUOTO
  • A QUESTO PUNTO
  • KILOMETRI
  • RUBATO

Amari Altri articoli