Non ci pensare<small></small>
Emergenti − Alternative − indie-rock, indie-pop, alt-rock

Amandla

Non ci pensare

2018 - Libellula
15/06/2018 - di
Eppure ti sento tra le ossa come febbre” canta il lead singer degli Amandla nel ritornello del singolo Febbre, la opening track del loro primo disco (autoprodotto) Non ci pensare.

Il sound di Febbre dettato dal ritmo della batteria (Alberto Zerbi) e dalle prorompenti onde elettro-pop del basso di Riccardo Porta permea nelle ossa come un’adrenalinica febbre.

È quasi impossibile resistere alla tentazione di saltare a piedi nudi sull’erba a ritmo delle canzoni degli Amandla.

Eppure i testi contengono atmosfere piacevolmente contrastanti con la maggior parte delle tracce strumentali che li accompagnano, facendo di Non ci pensare una novità da non prendere sottogamba. Se da un lato Non ci pensare contiene otto tracce, tutte contraddistinte dalla potente armonia di testi e sounds che ripercorrono la tradizione dell’indie-pop italiano, è altresì vero che l’ormai diffusissimo genere viene qui riproposto con una piacevole brezza di abilissima novità.

La giovane band comasca ha pubblicato il primo EP nel 2015, a cui è seguita una intensa e proficua attività live che ha portato Gabriele Franchi (voce, chitarra), Nicolas Ardino (chitarra, voce), Riccardo Porta (basso) ed Alberto Zerbi (batteria) a sperimentare e, soprattutto, ad osare: il 6 marzo 2018 viene pubblicato il primo album della band, interamente autoprodotto con l’aiuto di Simone Sproccati, e registrato presso il Crono Sound Factory.

Ascoltare NCSM, la seconda track dell’album, è come fare un giro sulle montagne russe: gli Amandla decidono in poco più di tre minuti di percorrere strade rock-pop, facendo emergere nel testo uno spirito di cristallina rabbia e tagliente malinconia.

Duemila viaggi, la track di chiusura, è un vero e proprio climax ascendente: un testo intimista e a tratti malinconico, così come la traccia strumentale che ricorda una ballata contraddistinta da una graffiante melodia che si risolve, finalmente, nella catarsi tempestosa, nel connubio tutto rock di chitarra, voce e basso.

L’influenza che spazia dal puro indie-pop al rock rende Non ci pensare un autentico viaggio alla ricerca di un equilibrio che si fondi sull’ecclettismo musicale del quartetto degli Amandla.

Una piccola chicca è ascoltare il grande talento degli Amandla in acustico:

https://www.youtube.com/watch?v=4yCBBo_q2oA

Track List

  • Febbre
  • NCSM
  • Al posto delle parole
  • Le nostre paure
  • Mai come ieri
  • Spine
  • Sogni
  • Duemila viaggi