2021<small></small>
Emergenti • Songwriting

Adelasia 2021

2020 - Sbaglio Dischi distr. The Orchard

18/12/2020 di Antonio Corcillo

#Adelasia #Emergenti#Songwriting

Dal 9 ottobre è disponibile 2021, il debut album di Adelasia per l’etichetta Sbaglio Dischi distr. The Orchard, classe 1995, nata a Lucca, ma romana d’adozione, che nella musica ha incanalato la sua vena creativa.

Si parte con Acqua ispirata dalle lontane sere d’estate, in cui i tasti delicati del piano ne accompagnano i ricordi. Ma adesso l’acqua passata sotto i ponti, simbolo del tempo che scorre inesorabilmente e di esperienze. Se durante l’inverno è stata preda di un letargo emotivo, in cui il letto è stato il luogo dei ricordi, ora è il momento di fare un bilancio, sperando in esito positivo.

Con Imprevisto si ritorna a parlare di tempo, ha capito che la sua andatura non si può fermare. La consapevolezza che le cose potevano andare in modo differente se solo avesse avuto più tempo, gli suggerisce che avrebbe potuto essere il suo imprevisto. Ma quell’instante è svanito per sempre. Il tappeto di batteria e pianoforte ne dona un’aurea di malinconia.

In Controcorrente vi è una descrizione di una persona che non riesce ad immaginare il proprio futuro, tanto da definirlo assente. Il piano così come i synth hanno al loro interno una velatura di tristezza. Chi è controcorrente non si confonde spesso con la gente, sentendosi diverso. Accusa la stanchezza di sentirsi esclusivamente dire: “Vivi il presente”.

Dei bassi aprono Meglio soli, pezzo che parla di solitudine. Ha ormai perso la voglia di uscire ed anche alle feste non si sente coinvolta. La melodia formata da batteria e piano ben esprime questa sensazione. Cerca nessuno, se cattura l’interesse di qualcuno si dovrà fare avanti. L’unica certezza è nel ritornello: “Meglio soli qui, soli qui, soli qui, che male accompagnati”. Sullo sfondo vi sono inoltre amori non corrisposti e bugie.

Umido è un brano che trasuda dolore, il gettarsi con la faccia sul cuscino per reprimere le sensazioni spiacevoli ne è l’immagine più efficace. Proponendo una base asciutta composta solo dai tasti del piano, riflette sulle notti insonne. Questo sarà la causa della sua mente annebbiata.

Nell’ultimo brano, Valerio, si parla di qualcuno che purtroppo non c’è più. Ne è venuta a conoscenza vedendo il suo nome su un muro e la cercato su Google. Prova empatia per la sua giovane età e riconosce che nel frattempo non è cambiato nulla. Anche in questo caso un pentagramma con poche note incarta il testo.

Adelasia si muove agilmente tra le sfumature di un indie-pop delicato e impreziosito da un’interpretazione mai forzata, atmosfere malinconiche e influenze elettroniche di respiro internazionale. 2021 prende il nome dal numero civico della casa d’infanzia di Adelasia che ci invita metaforicamente ed entrare in casa sua, nella sua interiorità.

Track List

  • Acqua
  • Imprevisto
  • Camera Mia
  • Controcorrente
  • Meglio Soli
  • Aliena (2020)
  • Umido (2020)
  • Passato Remoto
  • Valerio