"/>
Trio Quater<small></small>
World − World

" Trio Quater "

Trio Quater

2017 - Easy Finger
15/01/2018 - di
Come definire l`opera prima omonima del Trio Quater? Jazz, world, instrumental? E poi, è proprio necessario definire un disco bello, ben suonato, ottimamente registrato, denso, nelle cinque tracce originali, di soluzioni innovative e di una perizia chitarristica non comune, e, nell`omaggio conclusivo a Albeniz, Asturias, perfino esaltante, nella sua rispettosa originalità?

Luca Brembilla, Jonathan Locatelli e Marco Pasinetti hanno costruito, in questo lavoro, un percorso prezioso, smontando le linee melodiche e le partiture e mettendo il tutto al servizio di un intreccio sapiente di corde, frutto di un indubbio affiatamento, ma anche di un`autentica passione per la chitarra e per la bellezza che questo strumento, solo apparentemente "facile" e alla portata di tutti, sa esprimere.

I tre chitarristi bergamaschi, che da anni suonano in Italia e all`estero con altri ensemble, e che si sono cimentati nel rock progressivo, nel jazz, fino alla musica di tradizione popolare, compongono un piccolo viaggio acustico in punta di corda, che spazia dal blues psichedelico di The Wizard, posto in apertura di disco per sparigliare le carte, fino al crescendo latino americano di Colorando il Colorado, passando per le sonorità flamenche, con tanto di palmas e di duende, di Morning Glory o di Para Tì, quest`ultima davvero gitana nell`uso della cassa armonica come base per le percussioni.

L`intesa fra i tre è evidente, il loro divertimento anche, la bravura è indiscussa, e il virtuosismo non prende mai il sopravvento sull`emozione; davvero un disco da non lasciarsi sfuggire.

 

Track List

  • 1. The Wizard
  • 2. Para Ti
  • 3. Morning Glory
  • 4. Otra Vez
  • 5. Colorando il Colorado
  • 6. Asturias