Settore Out

Settore Out

Torna una delle migliori band della scena Rock italiana: Settore Out


14/03/2020 - di mescalina.it
I Settore Out sono stati una delle band più importantinell`ambito dell`alternative rock indigeno
D`area milanese, furono fondati da Evasio Muraro. Con lui al canto e al basso si affiancano Fabio Stucchi batteria, Daniele Denti chitarra, Piero Ruggero tastiere/organo e Moreno Zaghi chitarra. La prima parte di carriera, forse quella più interessante dal punto di vista musicale, face perno su un Rock dalle forte derive New Wave. Nel giro di cinque anni, dal 1986 al 1990 si fecero notare incidendo diversi dischi (tre 7 pollici, un 12 pollici e un Lp), qualche cassetta e parteciparono anche ad alcune compilation.
 
Una svolta stilistica (nonchè di carriera) la si ebbe chiaramente con l`Lp prodotto dalla Diva Records: Un`Altra Volta (1990). Da qui intraprenderanno quel corso che avrebbe fatto guadagnare loro maggiore visibilità.
Sulla scia di questa affermazione, nel 1993 realizzano, con la collaborazione dei CSI (ex CCCP Fedeli Alla Linea), il loro album di maggior successo: Il Rumore delle Idee. Un lavoro osannato dalla critica dell`epoca e indicato fra i capostipiti del moderno alternative rock italico.
 
Nel 1995 partecipano anche alla "leggendaria" compilation Materiale Resistente 1945-1995, insieme a gente come The Gang, Skiantos, Lou Dalfin,  C.S.I., Ustamamo, Yo Yo Mundi, Disciplinatha, Marlene Kuntz, Modena City Ramblers ed altri. La avevano inciso il disco destinato a confermare la maturità di un gruppo cresciuto sulla strada, senza compromessi, puntando sull’originalità di un suono elettrico, potente ed espressivo, e sulla personalità delle canzoni, tutte scritte e arrangiate dal gruppo. fANTASMI aveva il compito di condensare l’energia elettrica del gruppo e insieme di collocare le coerenti visioni di una scrittura sempre più attenta e scrupolosa, ma, per una serie di imprevisti, di congetture e di variazioni sul tema restò lì, destinato a diventare un grande e classico “lost album”.
Settore Out, nel frattempo, non si erano nemmeno sciolti. Si erano presi una pausa, destinata a durare un quarto di secolo, fino a questa strana e lunatica primavera: fANTASMI ha ripreso forma, è stato rielaborato con un sound spettacolare e nelle prossime settimane sarà disponibile in un’elegante confezione, anticipato dal primo singolo digitale, Cosa resta, che sarà disponibile (gratuitamente) dal prossimo venerdì 20 Marzo.

A partire dall’etichetta discografica (Fragile Dischi, nuova, libera, indipendente) ci saranno molte novità, ma i Settore Out sono rimasti gli stessi, pronti a far conoscere fANTASMI e a tornare al loro posto sul palco, lasciando al tempo il compito di consumarsi e ripartendo da “questa notte che ci spaventa, la strada e niente e noi”.