FABRIZIO COPPOLA

news

FABRIZIO COPPOLA Roma Raccordo Anulare: il nuovo singolo di Fabrizio Coppola

23/09/2022 di mescalina.it

#FABRIZIO COPPOLA#Italiana#Canzone d`autore

Si intitola “Roma Raccordo Anulare” il nuovo singolo di Fabrizio Coppola, Fabrizio Coppola (Milano, 1974), cantautore con cinque dischi all'attivo, traduttore editoriale, autore e conduttore di programmi radiofonici e podcast. Il singolo è disponibile su tutte le piattaforme dal 19 settembre.

Si ascolta qui:

https://bfan.link/roma-raccordo-anulare

Il brano è il primo estratto dal nuovo album del songwriter milanese, Heartland, con la produzione artistica di Giuliano Dottori e che vede la partecipazione di Diego Galeri alla batteria. Il disco, che arriva a undici anni dall’ultimo lavoro discografico di Coppola (Waterloo, ViaAudio/Venus, 2011), conterrà undici canzoni e verrà pubblicato alla fine del 2022 dalla label Musica Distesa

Anche per questo nuovo album Fabrizio Coppola guarda all’America, ispirandosi ai lavori più recenti di artisti quali Sharon Van Etten, War On Drugs, National.

“Nei miei dischi precedenti mi sembra di aver esplorato in profondità il suono del rock classico americano, dall’approccio quasi garage del mio debutto, La superficie delle cose, passando per il suono largo e classico di Una vita nuova e fino alle atmosfere tese ed elettriche di Waterloo – e mi piace citare anche la parentesi super folk del progetto Junkyards. Adesso avevo voglia di mescolare un po’ le carte e riprendere anche i suoni che mi hanno accompagnato nell’adolescenza, come ad esempio le batterie elettroniche e i sintetizzatori. E Giuliano Dottori era la persona giusta per dare vita al suono che avevo in mente.” 

Roma Raccordo Anulare”, un uptempo su una corsa notturna in auto e un personaggio in fuga da qualcosa da cui non riesce a fuggire, in questo senso è una canzone manifesto, in grado di illustrare sia il suono generale del nuovo album, sia le sue tematiche principali, vale a dire le relazioni.

Roma Raccordo Anulare: il testo

Precipito in strada proiettile senza una meta

frequenza cardiaca alterata in accelerazione

c’è una luce che fa male, vorrei precipitare fino a te

 

Brucio semafori Roma Raccordo Anulare

i palazzi scompaiono riesco a vedere anche il mare

non ho più voglia di star male, io vorrei rotolare fino a te

 

Acceleratore portami a dormire o lasciami marcire,

lasciami morire

io non voglio più aspettare niente, più ricominciare niente, 

più volere niente, più ricostruire niente

 

Tre del mattino il silenzio che pulsa è un tamburo

il cuore è un giocattolo a molla che sbatte sul muro

c’è una luce che fa male, vorrei precipitare fino a te

 

Io non voglio più aspettare niente, più ricostruire niente, 

più volere niente, 

c’è una luce che fa male, vorrei precipitare fino a te

io non voglio più aspettare niente, più ricominciare niente, 

più volere niente, più ricostruire niente

c’è una luce che fa male, vorrei precipitare fino a te.