Pinguini Tattici Nucleari

news

Pinguini Tattici Nucleari La storia infinita: nuovo singolo dei Pinguini Tattici Nucleari

31/08/2020 di mescalina.it

#Pinguini Tattici Nucleari

Penso che sia bello che le grandi opere d’arte, i grandi classici, non muoiano mai ma si rinnovino di generazione in generazione, dandogli un senso che profuma di immortalità.” dice Riccardo Zanotti, leader della band bergamasca Pinguini Tattici Nucleari, che ha appena pubblicato l'ultimo singolo, La storia infinita, dedicato ai ricordi che accompagnano la fine di un'estate. “E così è nella vita, ci sono estati del nostro passato che sono rimaste dentro di noi come opere d’arte, che non smettono di esistere e che continuano a rinnovarsi mentre noi cambiamo. Magari quando avremo ottant’anni le ricorderemo in modo diverso, ma resteranno vive, vivide e bellissime”.

Durante la quarantena, i ragazzi, lanciati verso un tour trionfale dopo il terzo posto al Festival di Sanremo, hanno dovuto rinunciare a raccogliere i frutti del loro lavoro, ma soprattutto si sono trovati a elaborare una lunga serie di lutti, che li hanno toccati personalmente, in quanto tutti residenti in una delle zone più colpite dal Coronavirus. Ma la capacità di resistere con un sorriso di fronte a quelle che sembrerebbero sconfitte irrimediabili è una loro dote; così, hanno lanciato il cuore oltre l'ostacolo, e prima hanno chiamato a raccolta i loro fans per costruire insieme il video quarantenato di Ridere, poi hanno sognato l'estate, in un momento in cui tutti temevamo che l'estate 2020, come l'avevamo sognata e attesa, non arrivasse nemmeno.

E se non ci fosse l’estate, con le tipiche emozioni che la accompagnano? Se non ci fossero gli ombrelloni aperti, le corse contro le onde, i pic-nic in montagna?” sono le domande che hanno portato al nuovo singolo, denso come al solito di citazioni alte e basse, di ironia e nostalgia, di amore e amicizia, e di quella voglia di vivere, sognare e ricordare che li ha contraddistinti.

Fra la scena finale de I quattrocento colpi, una colonna sonora di Disney, vecchi che giocano a briscola, i protagonisti di Stranger Things e un classico degli Oasis suonato da un tedesco in un camping, nasce così, sempre seguendo le loro parole, una canzone “che immagina un’ipotetica estate che non c’è, che manca. E la sua mancanza porta a rifugiarsi nelle emozioni del passato, nei ricordi di quel che è stato, perdendosi nelle memorie ma allo stesso tempo imparando a godersi quel che c’è, attimo dopo attimo”.

Un brano che è anche un omaggio al celebre romanzo di Michael Ende, morto venticinque anni fa, il 28 agosto; e venticinque anni dopo, il 28 agosto, i Pinguini pubblicano il loro personale tributo a Fantàsia e alla sua lotta contro la misteriosa forza, Nulla, che rischia di cancellare desideri e sogni, proprio come ha provato a fare il virus. Chi vincerà? Ascoltando il pezzo, non abbiamo dubbi che, come nel più classico degli happy endings, il bene avrà la meglio; cerchiamo di renderlo realtà.

 

https://www.youtube.com/watch?v=eW8YtomuKTM