Rickie Lee Jones

Rickie Lee Jones

Kicks è il nuovo album di Rickie Lee Jones


24/05/2019 - di mescalina.it
Esce il 7 giugno Kicks di Rickie Lee Jones per i tipi di  The Other Side of Desire (l`etichetta personale dell Jones) e Thirty Tigers, anticipato dal video e primo singolo Lonely People e da Bad CompanyKicks è un album eclettico di 10 cover, alcune abbastanza sorprendenti come Mack the Knife scritta nel 1928 per un musical tedesco (conosciuto negli states come The Threepenny Opera) e che divenne uno standard jazz, o Bad Company, nota anche per la versione fatta proprio dai Bad Company. Si tratta di una sorta di Great American Songbook che spazia dagli anni `50 fino ai `70 compresi.

Gli arrangiamenti e il suono del nuovo disco sono stati curati dal produttore Michael Napolitano (Ani DiFranco), che ha dato ad ogni brano del lavoro un tocco moderno senza snaturare i brani originali.Rickie Lee Jones è diventata famosa nel 1979 con una celebre apparizione al Saturday Night Live della NBC, dove suonò dal vivo Chuck E’s In Love indossando il suo celebre berretto rosso, per cui il Time Magazine l’ha ribattezzata la Duchessa di Coolsville.

Kicks è stato creato interamente a New Orleans, utilizzando musicisti, mixer e studi locali. Prodotto da Rickie con  il vibrafonista Mike Dillion, presenta 10 canzoni.

La copertina dell`album, dell`artista Peregrine Honig, è una donna super-eroe in guanti da boxe. 

Questa la track listing :

Bad Company (Bad Company, 1974)

My Fathers Gun (Elton John, 1970)

Lonely People (America, 1974)

Houston (Sanford Clark, 1964; resa celebre Dean Martin nel 1965)

You’re Nobody ‘Til Somebody Loves You (Russ Morgan, 1944 anche questa resa celebre da Dean Martin nei primi anni `60)

Nagasaki (Ipana Troubadours, 1928; celeberrima nella versione del Benny Goodman Quartet, 1952)

Mack The Knife (Louis Armstrong, 1956; resa celebre da Bobby Darin nel 1958)

Quicksilver Girl (Steve Miller Band, 1968)

End Of The World (Skeeter Davis, 1962)

Cry (Ruth Casey, 1951; portata alla notorietà da Johnnie Ray and the Four Lads nel 1951)