In arrivo il Box di dieci CD della Bear Family sul Bakersfield Sound


29/09/2019 - di mescalina.it
La musica che è nata tra la metà e la fine degli anni `50 a Bakersfield e dintorni, in California, ha un suono più autentico e meno commerciale di quello che Nashville ha consegnato. Wikipedia lo definisce "il primo genere di musica country ad essere significativamente influenzato dal rock and roll e, di conseguenza, il primo ad affidarsi pesantemente alla strumentazione elettrica e ad un definito backbeat. E `stata anche una reazione contro il suono di Nashville, elegantemente prodotto e carico di orchestra, che stava diventando popolare alla fine degli anni `50".

Si tratta di un buon riassunto, parziale, ovviamente, come qualsiasi altro, ma tenete presente che, come la maggior parte dei generi musicali, questo tende ad avere confini sostanzialmente poco definiti. Proprio come il Rock può significare qualsiasi cosa, dai Sex Pistols al Moody Blues a Bob Dylan, la musica riunita sotto l`ombrello di Bakersfield può essere Tex-Mex, Western swing, Rockabilly, o anche ballate dolorose e sciroppose che potrebbero essere facilmente confuse come Nashville-Sound.

I confini geografici sono confusi come quelli sonori, come chiarisce un nuovo massiccio cofanetto, The Bakersfield Sound 1940-1974, in uscita il 18 ottobre, comprende brani registrati a Bakersfield da artisti che hanno radici altrove, da Bob Wills e i suoi Texas Playboys a Brooklyn, come nel caso del newyorkese Arlo Guthrie. Ci sonoa anche canzoni associate a Bakersfield che sono state effettivamente prodotte a Hollywood.

Come disse una volta Merle Haggard: "Quello che divenne noto come il suono di Bakersfield era sempre più grande di Bakersfield". E come sottolinea lo storico della musica Scott Bomar nelle sue ampie note di copertina di questa antologia, Bakersfield si riferisce a "Un movimento che non può essere contenuto all`interno di rigorose definizioni musicali. La realtà è un po` più complessa di quanto una semplice etichetta o lista potrebbe riflettere accuratamente".

10 CD, 299 tracce, che passano in rassegna la varietà del genere e presenta tutti i suoi artisti essenziali. Il primo grande cofanetto che si concentra su Bakersfield, porta in un viaggio che inizia con una registrazione sul campo del 1940 di un ragazzo di 14 anni di nome Lloyd Stalcup che canta la sua Cotton Picker`s Song e continua a raccontare più di tre decenni di musica.

Il cofanetto termina con il 1974, apparentemente perché quell`anno segnò l`equivalente di Bakersfield del Rock del 1958 e 1959, quando Buddy Holly morì e Elvis Presley entrò nell`esercito. Nel 1974, Buck Owens ebbe il suo ultimo grande successo da solista, il chitarrista Don Rich morì in un incidente di moto. Il limite del 1974 ha un certo senso, anche se sarebbe stato più corretto se i compilatori fossero riusciti a trovare un posto per alcuni brani di artisti influenzati da Bakersfield come Dwight Yoakam e Randy Travis.

Il box esce per la tedesca Bear Family.