Ian Tamblyn

Ian Tamblyn

Ian Tamblyn dal Canada allo Spazio Teatro 89 il 16 Marzo


14/02/2018 - di mescalina.it
Girata da poco la boa dei settant’anni di età, il cantautore canadese IanTamblyn si appresta a coronare quello che è uno dei suoi sogni nel cassetto: tenere un concerto in Italia. Il 16 Marzo prossimo, infatti, allo Spazio Teatro89, Ian si esibirà per la prima volta nel nostro Paese, che ha visitato solamente una volta (e per motivi turistici), nell’ormai lontano e storico 1968. IanTamblyn è un cantautore poliedrico che vanta una lunga esperienza in terreni diversi e affascinanti - come le spedizioni artiche e antartiche e come l’attività di commediografo. Cantore del grande freddo, quindi, che vanta, ad oggi, trentotto album, dal primo (che porta il suo solo nome), del 1976, ai due più recenti ed attualmente è in corso di lavorazione l’album numero trentanove. 

La sua musica è acustica, basata sull’uso delle chitarre, del pianoforte, del dulcimer e della voce---anche se non sempre la voce, poiché alcuni albums sono interamente strumentali. Basti citare il bellissimo Magnetic North, che già nel titolo evoca l’attrazione esercitata dalle terre artiche; oppure Over My Head, che contiene la registrazione del canto degli uccelli delle sue terre. I temi delle sue liriche sono i temi della vita che ha attraversato, della natura selvaggia, di storie di personaggi che ha incontrato e di d’amore, ma anche di giustizia, di rivendicazione della libertà e del diritto, in breve temi sulla dignità umana.
Molti i riconoscimenti ottenuti da IanTamblyn nella sua lunga carriera: alcuni vengono da organizzazioni artistiche, altri da istituzioni ufficiali come la Royal Canadian Geographic Society. Nel 2010 Ian è stato insignito del titolo di cantautore canadese dell’anno.

Sul fronte teatrale, IanTamblyn ha scritto una quindicina di commedie (che vengono correntemente rappresentate su vari palcoscenici canadesi) e oltre cento colonne sonore. Nella tarda primavera di quest’anno, dopo la sua esibizione musicale milanese, sarà di nuovo impegnato in un lavoro teatrale in Canada.L’attività di Ian come vero e proprio esploratore lo ha portato più volte a visitare – anche come guida di studenti e appassionati – le zone polari. L’avventura in questi ambienti estremi del pianeta gli è valsa una serie di riconoscimenti a livello sia nazionale che internazionale e un’intensa attività anche come docente a livello universitario. Ovviamente una buona parte di queste avventure è stata poi da lui riportata in musica. Come per ogni grande artista, infatti, anche per IanTamblyn la fonte d’ispirazione è – prendendo a prestito le parole di un certo Bob Dylanlife and life only.

(scritto da Rosario Pantaleo)