I Wear*experiment

I Wear*experiment

I Wear*Experiment tornano con il singolo Unwind in uscita il 24 Aprile


23/04/2020 - di mescalina.it
Dopo aver partecipato alla colonna sonora di Ott Tänak: The Moviefilm documentario del 2019 diretto da Tarvo Mölder sulla vita e la carriera del pilota estone del Campionato del mondo Rally, gli I Wear*Experiment tornano con il singolo Unwind in uscita venerdì 24 Aprile.
 
La canzone nasce da una riflessione che i membri del gruppo hanno fatto sulla senilità e di come, secondo loro, appartengano a questa fascia di età due categorie di persone: coloro che ad un certo punto aspettano solo che arrivi la loro dipartita e, nonostante il loro corpo sia ancora forte, si arrendono e smettono così di vivere. Poi ci sono quelli invece le cui menti si rifiutano di mollare, nonostante i loro corpi ormai siano stanchi e fragili.
Una triste contraddizione.
Questo brano è quindi un modo per ricordare ai noi stessi del futuro di non smettere mai di vivere.” 
 
E’ stata scelta la primavera come periodo di uscita di questo singolo proprio per il messaggio di speranza che Unwind vuole trasmettere. Ed è per lo stesso motivo che, nonostante il drammatico periodo che stiamo vivendo, l’uscita non è stata posticipata: l’intento è quello di aprire uno spiraglio di luce in questo buio che tutto il mondo sta attraversando, donando un po’di freschezza e di serenità.
Inoltre, per i sopracitati motivi, la band ha anche indetto un concorso per i propri fan per la realizzazone di un video musicale in cui tema è “la bellezza durante la crisi”. Sono stati raccolti diversi video in slow motion, inviati da diverse parti del mondo, che andranno a formare un vero e proprio videoclip del singolo che uscirà l’1 Maggio.
Il bello può essere ovunque, anche nelle piccole cose di ogni giorno a cui spesso non prestiamo troppa attenzione.
Anche nei periodi di sofferenza - anzi, ora più che mai - siamo in grado di cogliere questa bellezza, per ritrovare un nostro equilibrio.
 
Gli I Wear*Experiment sono un trio elettronico incline alla sperimentazione e alla creazione di paesaggi sonori dall’appeal cinematografico. Il loro intento è quello di dar vita ad un viaggio nella musica electro-pop facendo riemergere l’energia e l’aggressività che nel tempo sono andate un po’ perse.
Durante i loro concerti sono evidenti questi due elementi - smussati dalla vocalità elegante di Johanna -   oltre che una certa cura sia dell’aspetto visual che di quello sonoro.