SIBILLA E L’AMANTE OMBRA, IL NUOVO SINGOLO PRODOTTO DA DANILO AMERIO

SIBILLA E L’AMANTE OMBRA, IL NUOVO SINGOLO PRODOTTO DA DANILO AMERIO


10/12/2017 - News di Insonnia Report

In questi giorni è uscito L’Amante Ombra, il nuovo singolo dell’Artista Sibilla, prodotto artisticamente da Danilo Amerio, su etichetta Insonnia Records, con il management del lino Sansone Management. Un pull di professionisti impegnati su questo progetto musicale che ha come punta di diamante questo primo singolo in uscita.

Il brano rappresenta uno spaccato di vita di una donna relegata ai margini della vita del suo uomo, quasi un oggetto da usare quando se ne ha bisogno, una precisa denuncia verso un maschilismo imperante, in un momento in cui si parla di diritti delle donne, di donne martoriate dallo status di alcuni uomini che le considerano solo le regine del focolare domestico ma che non devono “osare”…appunto “ombre”.

Sibilla è una donna sensibile che riesce a dialogare con il mondo attraverso la sua musica, infatti, è lei autrice dei testi, e anche lei si schiera da parte di tutte quelle donne che vogliono il loro posto nella società, nella vita del proprio uomo, donne che lottano da anni per una parità di diritti che non sembra mai arrivare concretamente.

Nell’antichità la donna aveva un ruolo importante, poi gradualmente tutto è cambiato, e l’uomo ha deciso arbitrariamente quello che compete a essa, senza dilogare, senza pensare, senza il rispetto della natura. Oggi le donne sempre più lottano, nel quotidiano, per far valere i loro diritti, i loro ruoli, diversi da quelli che per anni ha imposto il “potere”.

Sappiamo benissimo che la sensibilità femminile, quella di una madre non farebbe molte delle azioni criminose che tutti i giorni riempiono le pagine dei giornali, stessa cosa per le guerre, inquinamento, e altre compagini della storia che se scritte dalle donne sarebbero meno cruente.

L’uomo usa la forza, la mano rude, la donna, il cuore, il ragionamento. Questo non è femminismo ma razziocinio. L’Amante Ombra per Sibilla è una piccola denuncia che non vuole fare demagogismo ma vuole aprire una piccola breccia nel cuore di tutti gli uomini che quotidianamente non rispettano la sensibilità femminile, che dimenticano che la loro donna è simile alla propria madre che l’ho ha concepito, ha la stessa sensibilità, la stessa forza, lo stesso coraggio e può capire un figlio o una figlia allo stesso modo, perché è lei che ha gestito la “vita” nel nascere e può gestirla anche dopo; lei sente e ha la maturità di “subire” senza usare la forza…ma non sempre vuole essere un’ombra!

Scrivere un brano così implica una maturità artistica che si forma con il tempo, infatti, Sibilla dopo anni di militanza attiva nel mondo musicale ora sente questa maturità e decide di uscire con un prodotto forte, che può far discutere ma che ha le caratteristiche per essere un inno per tutte le donne…”trascurate”.