Dylan Dog visto da Dario Argento

Dylan Dog visto da Dario Argento


10/06/2017 - News di diegoromero

E' stato il curatore dell'investigatore londinese inventato da Tiziano Sclavi, Recchioni, ad annunciarlo. Insomma, Dario Argento scriverà per Dylan Dog. O, comunque, darà il suo apporto alle vicende del personaggio. L'occasione è stata l’Etna Comics 2017, il festival internazionale del fumetto e della cultura pop che si è aperto il primo giugno, a Catania.

Lui si chiama, per l'appunto, Roberto Recchioni, ed è il giovane direttore della collana dedicata a Dylan Dog. Ha da poco lanciato nel mondo social la notizia che ha fatto tremare (letteralmente) i polsi agli amanti del genere horror, non solo al cinema. Recchioni, responsabile delle sorti dell’indagatore dell’incubo – il personaggio nato dalla mente di Tiziano Sclavi e creato graficamente da Claudio Villa nel 1986 – ha portato così un ulteriore elemento d’innovazione in casa Sergio Bonelli Editore, dal 1940 leader del nostro fumetto popolare.

Insieme a questa notizia fenomenale, arriva una novità anche dal mondo della musica rock. Dire “rock” e “fumetto” è dire “Non sono mica Dylan Dog”, il brano che il rocker emiliano Mimmo Parisi ha scritto e pubblicato nel settembre dello scorso anno. Per i festeggiamenti dell’”indagatore dell’incubo”, infatti, il cantautore aveva previsto un suo omaggio alla figura inventata da Tiziano Sclavi. Il brano ha portato fortuna a Parisi e ha portato anche una nuova copertina. Infatti, Massimo Arcieri – autore di tante copertine di graphic novel – ha presentato al cantante una sua proposta per collegare rockfumetto e cinema. La risposta è stata positiva. Con grande entusiasmo, il cantautore bolognese ha ringraziato e ha detto a Massimo che, per il futuro, sicuramente gli chiederà di collaborare ancora.