Ameno Blues

Ameno Blues


03/06/2019 - di mescalina.it
AmenoBlues ritorna per la quindicesima volta a far risuonare con le note del grande Blues le colline del Lago d’Orta (Piemonte): il piccolo e pittoresco borgo piemontese di Ameno farà da scenario a uno dei pochissimi Festival Blues piemontesi, che quest’anno si svolgerà il 28-29-30 giugno e il 5-6-7 luglio.

Amenoblues è cresciuto in questi anni grazie ad una attenta direzione artistica sempre rivolta alla ricerca di una elevata qualità, e la bontà delle scelte fino ad ora effettuate sono state confermate da critica, pubblico proveniente da tutta Italia e dal fatto che per molte band il palco di Ameno oggi è molto ambito. Le proposte musicali sono frutto di lunga e accurata selezione, fatta cercando anche di mantenere il costo dell’ingresso ad un livello accessibile, ma riuscendo ad ospitare grandi concerti, con artisti internazionali, senza dimenticare il meglio della scena nazionale. Amenoblues Festival è stato realizzato con il sostegno della Compagnia di San Paolo nell’ambito dell’edizione 2019 del bando “Performing Arts"; infatti è entrato a far parte di PERFORMING +, un progetto per il triennio 2018-2020, lanciato dalla Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione Piemonte dal Vivo, con la collaborazione dell’Osservatorio Culturale del Piemonte, che ha l’obiettivo di rafforzare le competenze della comunità di soggetti non profit operanti nello spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

Nei giorni del festival sarà possibile, nelle sale del prestigioso Museo Tornielli di Ameno, adiacente alla piazza dei concerti, visitare una mostra curata dal giornalista e critico musicale Riccardo Bertoncelli insieme ad Angelo Piazzoli, segretario generale della Fondazione Creberg che l’ha prodotta, dal titolo L’URLO DEL ’68; la mostra ripercorre i temi, i suoni e i colori del 1968 attraverso una ventina di pannelli con testi, in cui viene presentato un percorso attraverso la storia della musica del periodo, fornendo una opportunità di rievocazione di temi che diedero il via alla contestazione negli anni Sessanta. La mostra verrà inaugurata venerdì 21 giugno, alle 18.00 con la presenza di Riccardo Bertoncelli, e sarà aperta tutti i giorni fino a domenica 7 luglio nei seguenti orari: lun-dom 17.00-19.00, sab-dom anche 10.00-12.00. 

Anche quest’anno un maxi tendone garantirà lo svolgimento dei concerti in caso di brutto tempo. Per chi vuole cenare, verrà allestita una cucina nel cortile del Circolo delle Alpi, che affaccia proprio sulla piazza dove si svolgeranno i concerti. Tutte le sere nel menu saranno presenti grigliate, piatti per vegetariani e il Gumbo, piatto cajun tipico della Louisiana, una zuppa piccante con verdure, salsiccia piccante, pesce e gamberetti servita con riso bollito: un viaggio gastronomico in uno dei territori della nostra musica.

 

 PROGRAMMA AMENOBLUES FESTIVAL  2019

Venerdì 28 Giugno - Ore 21.00 - Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto – Ameno - Il grande Blues europeo

NICO DUPORTAL & THE SPARKS (FRA)

HENRIK FREISCHLADER BAND (GER)

Tra le influenze che hanno determinato il modo di suonare del chitarrista e polistrumentista, autore, cantante e produttore tedesco Henrik Freischlader figurano Gary Moore, Stevie Ray Vaughan, B.B. King, Peter Green, Albert Collins e Albert King.

Henrik Freischlader: guitar, vocals - Roman Babik: keyboards - Marco Zugner: sax - Armin Alic: bass - Moritz Meinschäfer: drums

Nico Duportal è un chitarrista, cantante, compositore francese e leader di una band formidabile chiamata The Sparks, per sonorità tra rockabilly e Rhythm & Blues.

Nico Duportal: guitar, vocals - Olivier Cantrelle: organ, piano - Sylvain Tejerizo: tenor sax - Alexis Bertein: baritone sax - Antoine Pozzo: bass, backing vocals - Pascal Mucci: drums, backing vocals

 

Sabato 29 Giugno - Ore 21.00 - Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto – Ameno

HONEY ISLAND SWAMP BAND (USA)

Opening: Fabio Marza Band (ITA)

Nella musica di questo quintetto batte il funk dei Meters e viaggiano le radici della Band, il southern variopinto dei Little Feat e anche un po` della sporcizia rock degli Stones. New Orleans è il loro luogo della mente e del cuore, versatili abbastanza da intrecciare southern rock, ritmi black e accenti roots.

Aaron Wilkinson: mandolin, guitar, harmonica, vocals - Chris Mulé: guitar, vocals - Sam Price: bass, vocals - Garland Paul: drums, vocals - Trevor Brooks: keyboards

Nel finale del concerto sarà ospite della band Anais Drago al violino.

Fabio Marzaroli guida la Fabio Marza Band in un repertorio che spazia dal Blues rurale al Rock-Blues elettrico, mantenendo un suono corposo e contraddistinto. Il gruppo ha fatto un ulteriore passo in avanti con l’inserimento della notevole vocalist Greta Bragoni. Per il concerto ad Ameno la band presenterà il suo ultimo album STRANGE DOOR e sarà arricchita dalla presenza straordinaria della violinista Anais Drago, vero astro nascente del violino a livello nazionale.

Fabio Marzaroli: guitar, vocals - Greta Bragoni: vocals - Fabio Mellerio: bass, backing vocals - Max Ferraro: drums - Special guest Anais Drago: violin

 

Domenica 30 Giugno - Ore 17.00 - Chiesa di S. Antonio Abate - Vacciago di Ameno

In collaborazione con Un Paese a Sei Corde: ROBERTO LUTI & ANGELO LEADBELLY ROSSI (ITA)

Angelo “Leadbelly” Rossi si è guadagnato il soprannome “Leadbelly” in onore del primo disco scoperto, un album di Huddie Ledbetter meglio conosciuto come Leadbelly, e per la stessa preferenza verso il Blues acustico e rurale, quello che ha radici e origini nel Delta.

Roberto Luti,  è tra i migliori strumentisti italiani di Blues e dintorni. Ha vissuto per un decennio a New Orleans, ha nelle mani e nell’anima il suono di quella terra. L’incredibile tecnica e la sensibilità unica nel suonare la chitarra slide gli hanno permesso di entrare in pianta stabile nel progetto musicale e benefico internazionale “Playing for Change”, esibendosi in giro per il mondo al fianco di grandi artisti.

 

Venerdì 5 Luglio - Ore 21.00 – Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto – Ameno

THE NIGHT OF THE GUITARS & DRUMS –


L’ormai tradizionale serata con tre chitarristi insieme per la prima e unica volta è quest’anno di particolare pregio: oltre al nostrano Heggy Vezzano (Andy J Forest, Nina Zilli, Francesco Renga e decine di Bluesmen americani) abbiamo il ritorno di Matt Schofield, già presente col suo trio nel 2018, la presenza straordinaria di David Grissom (John Mellencamp, Bob Dylan, Allman Brothers Band e molti altri) e la conferma della sezione ritmica dello scorso anno col doppio batterista.

Formazione:

Heggy Vezzano (ITA): guitar (Guild Star Fire 1966) - Matt Schofield (UK): vocals, guitar (Fender Stratocaster) - David Grissom (USA): vocals, guitar (Paul Reed Smith - David Grissom signature) - Enzo Messina: keyboards - Paolo Legramandi: bass, backing vocals - Cesare Nolli: drums, vocals - Nik Taccori: drums, backing vocals - Nel finale del concerto sarà ospite Valentina “Wena” Gnesutta: vocals

Sabato 6 Luglio - Ore 21.00 – Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto - Ameno

ANA POPOVIC (SER/USA/ITA)

Opening: Gospel Book Revisited (ITA)

 

Ana Popovic ritorna da star internazionale dopo il successo del 2007 ad Amenoblues.  Dopo 9 album da studio, 2 Live e una valanga di premi vinti in tutto il mondo, Ana diventa un vero e proprio fenomeno musicale, condividendo il palco con artisti di livello internazionale. Più volte nominata ai Blue Music Awards, è stata l’unica chitarrista femminile a far parte di “All-star” Experience Hendrix nel 2014 e nel 2017.

Ana Popovic: guitar, vocals - Michele Papadia: keys, backing vocals - Bathel Burns: bass, backing vocals  - Cedric Goodman: drums, backing vocals - Claudio Giovagnoli: sax – Davide Ghidoni: trumpet

 

Gospel Book Revisited (ITA)

Jam band composta da musicisti con la passione per la musica nera, che fa da collegamento per questi quattro giovani provenienti da percorsi artistici differenti e anche distanti tra loro. Il suono dei GBR è tutto contenuto in un crogiolo nel quale s’individuano il gospel introdotto dalla voce di Camilla Maina, il rock energico della chitarra di Umberto Poli (insegnante e giornalista) e una sezione ritmica solida e compatta, nella quale il funk del basso di Gianfranco Nasso s’innesta perfettamente sul timing della batteria di Samuel Napoli. L’idea iniziale dei Gospel Book Revisited era celebrare le grandi interpreti femminili della tradizione afroamericana rileggendone i classici attraverso la propria cifra stilistica, però l’omaggio al Blues si è ampliato e alla riscrittura si è affiancata la scrittura,con brani che testimoniano la loro notevole capacità compositiva.

Camilla Maina: vocals, violin - Umberto Poli: guitar - Gianfranco Nasso: bass  -Samuel Napoli: drums

 

Domenica 7 Luglio - Ore 17.00 – Museo Tornielli - Ameno

Carlos Franzetti (ARG/USA)

Nato a Buenos Aires, Carlos Franzetti è un grande musicista a tutto tondo, forse non ancora molto conosciuto nel nostro Paese. Compositore prolifico che opera nel campo della musica classica, del tango, delle colonne sonore, della produzione, dell’arrangiamento, in carriera ha collaborato soprattutto con artisti di livello internazionale. Inoltre, Franzetti è anche uno straordinario pianista, che presenta un repertorio diviso fra brani originali e altri tratti da colonne sonore, ogni volta arrangiati in modo diverso. Ad Ameno darà più spazio al suo repertorio Jazz-Blues con standards e brani di Miles Davis, Oliver Nelson e qualche tango.

Prima del concerto terrà un talk-recital di mezz`ora con Allison Brewster Franzetti, sull’influenza del Blues sui compositori classici e crossover come George Gershwin, Aaron Copland e altri, con alcune esecuzioni di loro brani.

Carlos Franzetti: piano, vocals - Alessandro Germini: double bass - Patrizio Balzarini: drums - Special guest a inizio concerto Allison Brewster Franzetti: electric keyboard.

 

Per informazioni su tariffe, prevendita, convenzioni per il pernottamento visitate il sito www.amenoblues.it info@amenoblues.it, tel. 335.5957335.

 

Ameno Blues Altri articoli