Serena Finatti - Le date del tour tedesco e l’avventura svizzera

Serena Finatti - Le date del tour tedesco e l’avventura svizzera


20/09/2019 - News di Studio Alfa

Un autunno decisamente on the road quello che si prospetta per il mondo cantautoriale di Serena Finatti. Dal prossimo 26 settembre prenderà il via un tour in terra tedesca che la porterà da Bielefeld a Bonn, passando per Hullhorst e Francoforte. Ad accompagnarla, non solo con la chitarra, l’immancabile Andrea Varnier  e per la prima volta Ariel, una piccola cagnolina nera che da pochi mesi è l'ombra della cantautrice.

Concluso il tour sarà la volta di RSI, Radio Svizzera in Lingua Italiana, che ospiterà l’autrice per cinque domeniche, dal 20 ottobre al 17 novembre, nel programma Anime Salve, in cui sarà Serena Finatti stessa a condurre la trasmissione, raccontando la propria esperienza artistica e concludendo ogni puntata con un’esibizione live.

Il programma potrà essere seguito in streaming al seguente link.

https://www.rsi.ch/play/radio/programma/anime-salve?id=3719953

 

Programma del Tour

26 Settembre - Bielefeld "Abendmarkt - Music, Menues & More", "Face to face" Concert

28 Settembre - Hullhorst - Cafe Waldkristall

02 Ottobre - Frankfurt - Balalaika Club

04 Ottobre - Bonn - Folk Club Bonn

05 Ottobre - Bad Godesberg - ELPIs CoWiCo

 

Serena Finatti: voce, piano, loop station. La loop station è un attrezzo elettronico, che permette a Serena di giocare con la voce creando delle linee vocali che si sovrappongono, registrandole dal vivo. Praticamente in alcuni brani è la sola voce che fa tutto: armonia, ritmo e melodia, a occhi chiusi Serena sembra non essere sola mentre canta... Negli anni questa è diventata una delle caratteristiche che le ha permesso di farsi notare in Italia e all'estero e che la rendono sempre interessante da scoprire, anche grazie al suo uso nelle parti improvvisate o di interazione con il pubblico.

 

Andrea Varnier: chitarra acustica, loop station. Andrea suona la chitarra acustica con una tecnica molto personale sviluppata grazie al suo articolato percorso di studio (classica, fingerstyle, metal, jazz) e alle sue numerose esperienze live in tutta Europa. Anche Andrea usa la loop station, realizza delle combinazioni armoniche e ritmiche tutte rigorosamente suonate e registrate sul momento, con le quali accompagna e arrangia quasi tutti i brani del concerto.