Le parole di Sara & Ti voglio bene come nei film

Le parole di Sara & Ti voglio bene come nei film


23/03/2019 - News di diegoromero

Le parole di Sara

Ecco la primavera e, insieme alle sue promesse di bel tempo, arrivano novità in libreria. Questi autori, per scelta o per destino, hanno pensato di proporre ora i loro nuovi lavori. Cè quello di Maurizio De Giovanni che pubblica con Rizzoli, Le parole di Sara. Le protagoniste sono Teresa e Sara, colleghe in una delle più segrete unità dei Servizi. Le due hanno avuto vite e carriere differenti: Sara ha rinunciato a tutto per seguire l’amore, la cosa però non è andata bene e l’ultima volta che ha visto il compagno e il figlio è stato sul freddo tavolo di un obitorio.

Teresa invece ha messo al primo posto la carriera e ora si trova a ricoprire un ruolo di prestigio nel suo lavoro. Sarà proprio l’amore di Teresa per Sergio a rimettere in contatto le due, che torneranno ad operare insieme. Il libro è uscito il 12 marzo ed è stato uno dei più attesi.

Ti voglio bene come nei film

Anche Mimmo Parisi propone il suo nuovo romanzo, Ti voglio bene come nei film, nella stagione delle rondini. Tutto sommato, e a giudicare dal titolo, la divulgazione del suo scritto è ben amalgamato con la temperie stagionale: è la primavera che favorisce il rinnovamento; e di solito, anche se non è la regola, le grandi stagioni sentimentali aprono i battenti da adesso. Per terminare alla fine dell’estate, tra i primi ombrelloni abbandonati alla solitudine autunnale.

La trama del romanzo prevede la presenza di due fratelli, Mirko e Fede. Essi sono innamorati della stessa ragazza, Morgana. Quest’ultima sceglie il secondo. Lontano dall’essere semplicemente relegato nel tempo dell’adolescenza, questo primissimo innamoramento è per Mirko anche l’ultimo. Il tempo che passa, anche se galantuomo, non riesce a dissuaderlo dal guardare sempre in direzione del suo mancato amore. Passa il tempo e i tre diventano adulti. A questo punto, Mirko decide di rinunciare definitivamente a quell’amore difficilissimo.