Us Rails

Us Rails

Clavesana / Surie


27/06/2015 - di Roberto Contini
Anche quest’anno un grande concerto per festeggiare il solstizio d’estate alle Surie di Clavesana, dove gli Us Rails hanno aperto l’edizione estiva di Rock & The Wine, la rassegna che si propone l’obiettivo di coniugare la cultura del vino con la cultura musicale, collaborazione tra le Crete Senesi Rock Random Festival, e Cantine Clavesana, una rassegna che ha portato in passato nell’alta Langa grandi nomi come Willie Nile, James Maddock, Dirk Hamilton, Grayson Capps e Carolyne Mas e giovani promesse come Jason McNiff e Hollis Brown.

Mettete insieme un country rock con qualche venatura southern, un pizzico di folk, il vigore di una Gibson Les Paul e un impasto vocale che richiama CSN&Y e Grateful Dead ed ecco serviti gli Us Rails, un supergruppo made in Usa che nonostante siano facilmente individuabili i richiami del passato nello stile di songwriting sono una rock`n`roll band con una propria anima e un proprio stile. La band è formata da Joseph Parsons (voce e chitarra acustica), Tom Gillam (voce e chitarra elettrica), Ben Arnold (voce, chitarra, tastiera), Matt Muir (voce e batteria) e Scott Bricklin (voce e basso). Il vigore della loro musica e qualche buon bicchiere di Dolcetto Dogliani Superiore sono riusciti a far sopportare al pubblico il solito fastidioso vento che soffiava d’infilata il palco e la zona del pubblico, un vero “Idiot wind, blowing like a circle around my skull “.

La freschezza del sound e le armonie vocali sono le caratteristiche più evidenti di questo gruppo che riesce a fare un’ottimo rock nel solco della migliore tradizione californiana che il pubblico italiano qui a Clavesana come nelle altre tappe del tour ha mostrato di apprezzare parecchio. La Gibson Le Paul di Tom Gillan riesce a ‘sporcare’ il sound quel tanto da impreziosire il suono con un’impronta decisamente personale che fa da contraltare con la vena folk di Joseph Parsons (un cognome, una garanzia, anche si tratta di semplice omonimia con i grandi Gram e Gene) e le voci cristalline di tutti componenti della band. In una serata di vena gli Us Rails , aiutati da qualche buon bicchiere di Dolcetto, ‘tengono botta’ per oltre due ore in due set intervallati da un break e concludono il loro il loro tour italiano con un concerto che rimarrà a lungo nel ricordo e nelle orecchie del pubblico presente.
 

Setlist :
 

Shine Your Light

Eagle Or Crow

Heaven Right Now

Same Old You (Same Old Me)

Don`t Take Me Now

Fearless

Time

Drag Me Down

Do What You Love

Burning Fire

Good Times

You’re My Home

Love Reaction

18 & Lonely

Old Song On The Radio

Heartbreak Superstar

Brown Me In The Sun

Heart Sings True

 

Us Rails “ Heartbreak Superstar”

Us Rails Altri articoli