Jesse Malin Feat. Derek Cruz

Jesse Malin Feat. Derek Cruz

Cantù / 1e35


26/11/2018 - di Roberto Bianchi
Jesse Malin, cantautore newyorkese con una solida anima rock, ritorna in Italia per un tour acustico che prevede sei date da Verona a Roma.  Il 26 novembre ho avuto il piacere di ascoltarlo All’Una e Trentacinque Circa di Cantù: insieme a lui Derek Cruz, ottimo tastierista e chitarrista.

L’artista pubblica dischi a proprio nome da più quindici anni, ha un passato punk rock con gli Hart Attack e i D Generation,  è apprezzato da moltissimi colleghi e ha collaborato con artisti di spessore tra cui Ryan Adams, Bruce Springsteen e Pete Yorn.  

Non sono un’amante dei concerti acustici, preferisco la pienezze dei suoni offerti dalle band, ma questa volta mi sono dovuto ricredere: dal primo brano sono rimasto ammaliato dalla carica energetica che Jesse e Derek sono in grado  di trasmettere. Cruz passa con disinvoltura dalla tastiera alla chitarra acustica, sostenendo l’intensa voce di Jesse Malin con backgroud vocali di pregevole qualità e creando armonie accattivanti. 

La scaletta attinge dall’imponente discografia del musicista, alternando intense ballate a momenti rock che,  nonostante la formazione acustica, coinvolgono il pubblico. Malin è istrionico, comunicativo, ed è bravissimo a intrattenere i presenti con interessanti introduzioni verbali, manifestando elevate qualità recitative. Le canzoni sono di elevata qualità così come il rispetto per i colleghi, che lo porta ad interpretare con intensità le immancabili  cover di artisti amati, come i Pogues, i Clash e Bruce Springsteen.
Molti i brani degni di considerazione; per gusti personali segnalo Hotel Columbia, Black Haired Girl, Broken Radio e Wendy.

Questo tour precede la pubblicazione del suo nuovo disco, prodotto da Lucinda Williams: l’uscita è prevista per i primi mesi del 2019, ma nel frattempo Jesse Malin ci ha regalato sprazzi di passato, presente e futuro, innalzando la curiosità e deliziando le nostre orecchie.

Le due ore di musica, e aneddoti, sono volate in un attimo; il pubblico ha apprezzato lo spettacolo regalando calorosi applausi ed  è stato trascinato dalla dirompente carica dell’artista. Un’altra grande serata a Cantù!

Foto di: Roberto Bianchi