Tim Grimm And The Family Band

live report

Tim Grimm And The Family Band Rimini / House of Rock

24/04/2017 di Giovanni Sottosanti

#Tim Grimm And The Family Band#Americana#Songwriting Tim Grimm

È ancora in letargo Rimini, lontane le luci, i colori, i suoni e i rumori dell'estate, una primavera infreddolita e il ponte festaiolo spingono una sessantina scarsa di persone all'House of Rock. Poco male, Tim Grimm e la sua Family Band non si scompongono affatto, il musicista dell'Indiana è anzi molto orgoglioso, lui musicista e autore di estrazione prevalentemente folk, di suonare in un locale intitolato al rock.

Fisico da boscaiolo, voce profonda, calda e rassicurante, gentile e affabile nei modi, Tim è assistito sul palco dalla sua Family Band, moglie e due figli che si occupano di chitarre, basso, harmonica e backing vocals, mentre il dobro è ad esclusivo utilizzo di Paolo Ercoli. Ne scaturisce un suono in cui folk, rock, blues e country vanno perfettamente a braccetto, non disdegnando incursioni ben riuscite in territori hillbilly e rock'n'roll, perfette armonie vocali a condire il tutto.

Si respira aria di ampi spazi, praterie sconfinate in cui prendono vita storie da raccontare attorno ad un bivacco, come un vecchio western in bianco e nero girato nelle pianure dell'Indiana, l'atmosfera è sospesa, sognante, quasi magica. Immancabile il tributo al suo amico e maestro, il grande Ramblin' Jack Elliott, celebrato in King Of The Folksinger dal disco The Turning Point, da cui arrivano anche Indiana e The Tree, mentre dall'ultima fatica A Stranger In This Time a nome appunto Tim Grimm and The Family Band, risaltano So Strong e Hard Road.

Evidenti e quasi ovvie nella musica di Tim Grimm le influenze di Woody Guthrie e Dylan, ma anche di John Prine e dello Steve Earle più rurale, il tutto forgiato da anni di gavetta in studio e live ha dato vita ad un suono comunque personale, arricchito e rinvigorito dalla nuova dimensione familiare, orgogliosamente ancorato a stilemi che nulla concedono alle mode o a soluzioni scontate.

Così è se vi pare, prendere o lasciare, Tim Grimm & The Family Band, marchio d.o.c.

Foto in B/N di: Claudio Cacchi