Le Cose Importanti E Sanlevigo

live report

Le Cose Importanti E Sanlevigo Roma, Radio Rock

14/01/2023 di Arianna Marsico

#Le Cose Importanti E Sanlevigo#Emergenti#Alternative

Negli studi di Radio Rock, storica emittente capitolina, ha luogo uno showcase che ospita due interessanti realtà laziali emergenti: Le cose importanti e i Sanlevigo. L’occasione è la presentazione di Effimere conquiste, nuovo singolo dei secondi, a cui le due band hanno lavorato insieme.

Le Cose Importanti sono un quartetto nato a Latina nel 2017 e formato da Giada (voce), Ylenia (chitarra), Umberto (basso) e Massimiliano (batteria). Portano un sound stoner venato di cantautorato e Joy Division, anche e soprattutto per la capacità di mettersi a nudo. Presentano tra i vari brani anche Hey Macarena e Come si fa. Giada sul palco ha una presenza magnetica e veramente intensa.

Ed ecco che arrivano i Sanlevigo.  Rispetto allo showcase dell’anno precedente, Matteo, Emanuele, Lorenzo e Mattia presentano i brani di Un giorno all’alba in una veste decisamente più rock e vibrante, senza mettere in ombra la ricerca melodica e il loro lavoro sui testi. Millefiori risulta avvincente e convincente, mentre Nei panni sporchi di Venere assume una sua maestosità grazie alla robusta sezione ritmica ben amalgamata con i riff di chitarra. Destini diversi si fa misteriosa ed insinuante, si veste di sensualità, cosa che la accomuna a La tua luce nel buio.

Arriva però il momento di chiamare Giada sul palco per cantare assieme Effimere conquiste. Ancora una volta la poesia è una importante fonte di ispirazione per i testi dei Sanlevigo. Stavolta è Dicono che la mia sia una poesia d’inappartenenza di Eugenio Montale, dedicata all’amatissima moglie soprannominata Mosca, a far nascere le loro parole. Il verso “Tu sola sapevi che il moto non è diverso dalla stasi” ha spinto la band a riflettere sulla caducità di quelle che riteniamo pietre miliari nella nostra vita. Il brano è un dialogo a due voci, quelle di Matteo e di Giada, che si calano nei panni di due amanti. Innumerevoli sono le difficoltà che cercano di superare, sono “effimere conquiste”. Eppure sono indispensabili per vivere, infatti cantano: “Di tutte le nostre effimere conquiste/i salti nel vuoto persi dentro questo presente/Nel buio abbracciami e fa finta di niente, /Raccontami storie più semplici in cui credere/per stare bene”. Musicalmente il brano prende potenza dal pulsare quasi new wave della batteria, quasi a ricordare come la musica possa in qualche modo essere un sostegno in questo nostro complicato transito terrestre.

A questo punto i Sanlevigo e Le cose importanti ringraziano e salutano i presenti. È bello vedere due realtà giovani supportarsi e crescere insieme, in attesa delle loro prossime uscite discografiche.