Sanlevigo

live report

Sanlevigo Roma, Velvet Club

10/12/2021 di Arianna Marsico

#Sanlevigo#Emergenti#Alternative

I Sanlevigo si sono formati a Roma nel 2017 e sono: Matteo Lambertucci, Emanuele Campanella, Lorenzo Imperi, Mattia Leoni. Sul palco del Velvet Club di Roma portano uno showcase per presentare Un giorno all’alba, il loro disco di esordio.

Valerio Cesari (Radio Rock) ha il compito di intervistarli tra un set e un altro, e bisogna dire che nonostante la giovane età (sono tutti under 30) i ragazzi rispondono mostrando affiatamento e anche una notevole consapevolezza dei propri mezzi musicali. Raccontano di come nell'essere un gruppo, che cerca di operare come tale, la ricerca di un equilibrio possa non essere sempre facile, anche se poi il risultato ripaga degli sforzi (la stesura del disco ha richiesto circa quattro anni) nel sonorizzare le proprie esperienze di vita.

I brani per l’occasione vengono riarrangiati in acustico, mettendo da parte i synth, e scorrono piacevolmente tra echi di Beatles e richiami letterari a Whitman, Cantico dei Cantici e Shakespeare.

Interessante è Millefiori, con un incipit quasi alla Valvonauta (Verdena) virata in chiave pop, che sarà anche il bis. Nei panni sporchi di Venere è più malinconica nel descrivere lo sprofondare in se stessi dopo un fallimento e nel cercare faticosamente di risalire (“In ogni mia sconfitta c’è una parte di te, manipoli la sorte nei panni sporchi di Venere”). Un’insurrezione è invece la canzone scelta come singolo, anche se i Sanlevigo non nascondono la difficoltà della selezione, dal momento che Un giorno all’alba è stato concepito come concept album. Tuttavia la scelta si rivela indovinata, il suo pop – rock curato e sincero è un buon biglietto da visita.

Non resta che aspettare i Sanlevigo alla prova di un live non acustico, per vedere realizzati appieno gli arrangiamenti pensati per il disco. Alla prossima!