Milano School Of Blues

live report

Milano School Of Blues Buonaventura Music Club - Buccinasco (Mi)

03/10/2021 di Marcello Matranga

#Milano School Of Blues #Jazz Blues Black#Blues

E' stata una bella serata ricca di significati quella del 3 Ottobre. Intanto la location, il Bonaventura Music Club di Buccinasco, alle porte di Milano, è un gran bel locale. Ampio, con un bel palco, i tavoli ai quali cenare o bersi qualcosa durante il concerto, arredato con gusto. Un posto dove tornare per gustare una cena in compagnia, gustandosi le note che arrivano dal palco. Non lo conoscevo, e devo dire che la sorpresa è stata notevole. Poi, complice la liason con la Milano School of Blues che si presentava con i suoi docenti davanti ad un pubblico numeroso e attento, per esplicitare le finalità e l'approccio che la stessa vorrebbe veder sviluppare insieme a coloro che si sono iscritti e si iscriveranno. 
 
Egidio "Juke" Ingala e Gianluca De Palo hanno deciso di dare sfogo alla loro grande passione per il Blues (e derivati), impegnandosi in un progetto tanto affascinante, consci delle possibili difficoltà che potranno porsi sul percorso. Ma è facile ipotizzare che visto la passione che li pervade questo "sogno" possa confermarsi come una realtà concreta, stabile e, glielo auguriamo di cuore, di grande successo. On stage i docenti, guidati da una incontenibile e trascinante Veronica Sbergia, affiancata da Max De Bernardi, Giancarlo Cova, Alberto Colombo, cui si sono aggiunti nel corso del set altri musicisti, a partire dalla splendida Laura Fedele che ha contrassegnato una bella versione di St. James Infirmary. 

In una sequenza allegra e divertita i musicisti si sono susseguiti sul palco pescando da un reportorio sterminato e ricco di perle e suggestioni come la formidabile Nobody's Fault but Mine.

Scrivevamo di significati che abbiamo colto. Intanto tornare, come nel caso del Bonaventura, ad avere una programmazione dopo quasi due anni di patemi e sofferenze, è un bel segnale di speranza e di piccola gioia nel poter tornare ad assaporare quella che una volta era normalità. Poi vedere che, nonostante il futuro resti quanto meno incerto, c'è la voglia di guardare ad un orizzonte lascia intravedere spiragli incoraggianti.

Due progetti quindi che trovano un percorso comune, che Mescalina.it seguirà dandovi conto delle iniziative e della programmazione del locale. Serate così non ci stancano mai, e musicisti del genere sono la ciliegina sulla torta.

Bravissimi! 



 
Ph.Marcello Matranga