A PHP Error was encountered

Severity: Warning

Message: getimagesize(https://www.mescalina.it/foto/musica/interviste/old/big/intervista_4491.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found

Filename: controllers/musica.php

Line Number: 977

Intervista Mary Gauthier - Cajun grace
Mary Gauthier

Mary Gauthier

Cajun grace


16/06/2008 - di Christian Verzeletti

      
  Cajun grace
      Intervista MARY GAUTHIER

Dopo averla incontrata durante il suo recente tour italiano, l'abbiamo ricontattata per fare due chiacchiere.
E lei, Mary Gauthier, ci ha risposto con la stessa grazia essenziale che pervade a fondo il suo folk-blues.


Mescalina: Mary, volevo cominciare dal dualismo che c'è all'interno della tua musica tra buio e luce, nero e bianco: dal momento che è presente un po' in tutti i tuoi dischi, volevo chiederti se è qualcosa che sviluppi consciamente …
Mary Gauthier: No, almeno non è qualcosa che cerco. Succede e basta.

Mescalina: Potrebbe avere a che fare anche col passato tribolato che hai avuto?
Mary Gauthier: Non saprei, è stato molto tempo fa. Ora ho una vita serena.

Mescalina: E la scrittura? Che cosa è per te?
Mary Gauthier: Ah, scrivere canzoni è la mia vita, è ciò che mi fa alzare la mattina.

Mescalina: Immagino quindi che ti ci dedichi ogni giorno …
Mary Gauthier: Sì, scrivo più che posso.

Mescalina: So che sei nata a Baton Rouge: purtroppo New Orleans è diventata un luogo di dolore … ci sei tornata dopo l'uragano Katrina?

Mary Gauthier: Sì, parecchie volte.

Mescalina: Com'è la situazione?

Mary Gauthier: New Orleans è una città in crisi. Non credo che sarà più la stessa. Sai, è stata devastata così a fondo che non penso sia possibile riportare tutto com'era prima.

Mescalina: La tua musica è fortemente radicata nel Sud degli States: vivi ancora da quelle parti?

Mary Gauthier: Ora vivo a Nashville, nel Tennesse.

Mescalina: Comunque è da quella zona che hai preso la tua passione per la cucina Cajun? Che tra l'altro ha ispirato anche il titolo di un tuo disco …
Mary Gauthier: Sì, certo.

Mescalina: E l'alcol e la droga? Anche quelli prima sono entrati nella tua vita e poi nella tua musica?
Mary Gauthier: Adesso sono sobria da diciott'anni ormai. Non c'è più alcuna traccia né di alcol nè di droghe nella mia vita.

Mescalina: Mettere in musica ciò che vivi è comunque una lezione che viene dal folk e dal blues, come facevano gli hobos e i folksingers …
Mary Gauthier: Io canto ciò che sento nel cuore e nell'anima, cerco solo di essere sincera.

Mescalina: Come hai incontrato Gurf Morlix? Forse lui è stato la prima vera persona importante nella tua carriera …
Mary Gauthier: Sì, Gurf è stato uno dei miei più importanti insegnanti. Lui è davvero un maestro.

Mescalina: Il secondo è stato Joe Henry? Come vi siete conosciuti?
Mary Gauthier: Ho incontrato Joe quando abbiamo lavorato assieme al mio ultimo disco. È stata la casa discografica a metterci in contatto.

Mescalina: Ma com'è lavorare con lui?
Mary Gauthier: Guarda, Joe è un vero genio.

Mescalina: Quanto lui e i suoi musicisti hanno messo di loro nel tuo disco?
Mary Gauthier: Joe e la band hanno svolto un grosso ruolo nella realizzazione di questo album: sono stati loro a creare il suono. Io ho solo scritto le canzoni.

Mescalina: Bè, nel disco hanno suonato dei grandi come Greg Leisz, Patrick Warren, Jay Bellerose: come sono state le sessions?

Mary Gauthier: Ah, le registrazioni sono state tanto brevi quanto meravigliose, è stato molto facile lavorare con loro.

Mescalina: Volevo chiederti in particolare di una canzone, "Thanksgiving", che non è il solito pezzo sul Giorno del Ringraziamento, ma parla di madri e mogli che vanno a trovare i propri cari dietro le sbarre …
Mary Gauthier: Ah, quella mi è venuta grazie alle frequenti visite che ho fatto alle prigioni di stato!

Mescalina: E invece la sedia sulla copertina di "Between daylight and dark"? Raffigura bene la tua musica: tu che te ne stai seduta a ripensare al passato per trovare la forza di andare avanti … ma era davvero la sedia di tuo padre come canti in "Snakebit"?

Mary Gauthier: No, però è proprio una gran bella immagine!

Mescalina: Con questa canzone siamo tornati a Sud e ai tuoi inizi, quindi l'ultima domanda può essere solo se … preferisci la cucina Cajun o quella italiana?
Mary Gauthier: Ah, non esiste cibo migliore di quello italiano! In nessun posto al mondo.

Mescalina: Quindi ti rivedremo presto in Italia?
Mary Gauthier: Spero proprio di sì.





Mary Gauthier Altri articoli