Admr (amici Per La Diffusione Della Musica Rock)

Admr (amici Per La Diffusione Della Musica Rock)

La nuova stagione 2018 organizzata dall`A.d.m.r. a Chiari


14/03/2018 - di Marcello Matranga
Sabato 17 Marzo Chiari torna ad essere meta di una sorta di pellegrinaggio che coinvolge tanti appassionati di musica. Si spazia come sempre dal Rock al Blues, al Songwriting. Ma la A.D.M.R. (Amici per la diffusione della musica Rock), ed il suo instancabile boss, Maurizio Mazzotti, non disdegna altri percorsi musicali, pur incastonati sul concetto che si parli sempre di musica di qualità. Anche a discapito di grandi numeri, ma fondandosi sull`entusiasmo e l`affetto che ormai circonda questa realtà divenuta imprescindibile nel tempo, visto anche l`età ed i concerti organizzati fino ad oggi. Per presentare la nuova imminente stagione, abbiamo scambiato due chiacchiere com Maurizio.
Cominicia una nuova stagione di concerti per la ADMR. Un programma che, pur non ancora completamente definito, si preannuncia molto interessante. Vuoi raccontarci come prende corpo questa nuova annata?

La nuova stagione che sta per iniziare (la 21°), è frutto di una ricerca e di contatti già maturati sul finire dello scorso anno. Ad esempio il concerto di Sonny Landreth previsto per il 7 Aprile, è lo spostamento della data inizialmente prevista per il 25 Settembre scorso e da lui annullata. Stiamo cercando di programmare 7/9 eventi all’anno. Nel rispetto del nostro principio fondamentale che è quello di realizzare concerti di grande qualità. In 21 anni ci siamo creati un nome, un rispetto e soprattutto una lista di musicisti, band che abbiamo ospitati a Chiari. Credimi è un biglietto da visita importantissimo da proporre ad artisti che manco sanno che esiste un comune di nome Chiari. Ne è l’esempio Larry Campbell (il 2 Maggio con Teresa Williams in apertura ai Blasters). Alcuni importanti promoter italiani si sono resi conto della nostra realtà ed allora è anche più facile essere contattati ed oggetto di proposte.I nomi già confermati di questa stagione (ma ne verranno altri), sono di tutto rispetto ed in alcuni casi uniche date italiane:

17 marzo -James Maddock (in apertura Chiara Giacobbe Chamber Folk Band)

14 aprile - Sonny Landreth

2 maggio - The Blasters  apertura con Larry Campbell & Teresa Williams

10 luglio - John Hiatt & Goners (feat. Sonny Landreth)

11 luglio - Mike Zito

19 settembre - Dan Baird & Homemade Sin

dicembre - Molly Hatchet ( 40° loro anniversario ) 

Sappiamo che c`era l`opportunità (rara) di poter vedere Zachary Richard, ma sembra sia sfumata. Come pensate di "sostituirlo"?

Purtroppo c’eravamo quasi. Il problema è che non hanno confermato due date francesi a Zachary e per una data solo italiana i costi sarebbero insostenibili. Le solite difficoltà.Cercheremo di sostituirlo (abbiamo in cantiere la possibilità in quel periodo, come la reunion dei Long Ryders). Intanto abbiamo appena confermato il set con Dan Baird & Homemade Sin. 

A fine dello scorso anno avete festeggiato con una bellissima serata dedicata alla buona musica proposta da gruppi italiani. E` un`idea ripetibile?

E’ assolutamente da ripetere. Nei miei obiettivi avevo sempre avuto il desiderio di realizzare un evento annuale chiamato Chiari Blues Festival e di dedicare una volta l’anno, una serata di rock targato Italia. Beh, lo scorso anno abbiamo tenuto a battesimo entrambi gli eventi che anche quest’anno si ripeteranno. Pensa che nel Chiari Blues Festival 2018, che sarà realizzato nella meravigliosa location del Parco di Villa Mazzotti, avremo anche un trio di jazz di valore mondiale costituito da Bebo Ferra, Peo Alfonsi e Francesco Saiu. E’ una visione universale della musica e che musica!

Trovo incredibile la presenza di Larry Campbell e Teresa Williams in apertura ai Blasters. Come è stato possibile?

Lo dicevo prima, Larry Campbell con Teresa Williams, avrebbero dovuto iniziare il loro  breve tour il 3 Maggio. Hanno saputo della presenza dei Blasters in Italia ed Larry ha deciso di anticipare di un giorno per poter intervenire prima con la moglie Teresa e poi con loro  per una serata che si preannuncia strepitosa. Del resto il valore ed il nome dell’artista sono indiscutibili.  

Sembra che spesso riusciate a realizzare i vostri sogni musicali come quelli del vostro affezionato pubblico. Cosa vorreste chiedere proprio a coloro che continuano ad essere presenti agli spettacoli che organizzate?

Il nostro pubblico è meraviglioso. Un pubblico colto, educato ma soprattutto disponibile che in tutti questi anni ha sostenuto l’Admr crescendo di evento in evento. Chiedere altro non so. Forse di poter aggregare generazioni giovani e la cosa non è semplice. 

Il sogno nel cassetto (realizzabile)?

Il sogno nel cassetto? Di sogni ne abbiamo realizzati tanti ma l’ambizione di migliorare sia portando artisti sempre più di riferimento che professionalmente, è doverosa. Oggi come oggi ho due sogni importanti di cui uno magari potrebbe realizzarsi l’altro forse no. Il primo sarebbe portare Ry Cooder a Chiari, il mio personale sogno musicale nel cassetto. Un artista che ho sempre amato e che tanto ha dato alla musica mondiale. L’altro, meno realizzabile, è vedere la figura che con me ha iniziato questa avventura, mio fratello Franco, stare bene per poterci divertire ancora come fino a pochi mesi fa.

Grazie Mauro, ci vediamo a Chiari sabato 17 Marzo.

Admr (amici Per La Diffusione Della Musica Rock) Altri articoli