Saterala, Emanuele Sara

Saterala, Emanuele Sara


17/07/2017 - News di Daniele Giordano

E' disponibile su tutti i maggiori digital stores e in numerosi negozi di dischi dell'Isola "Saterala", del cantautore sassarese Emanuele Sara, presentato lo scorso 14 luglio nel paradiso naturale di Molineddu (Ossi). Per l'occasione Sara è stato accompagnato dal musicista Daniele Piu (percussioni) e dal musicista e produttore Salvatore Papotto (contrabbasso).

L'album è promosso e distribuito dall'etichetta sarda (ma che opera in tutta Italia) "La Stanza nascosta records". Il titolo dell'album, "Saterala" (dall'altra parte) è indicativo della volontà di uno sguardo inedito sul mondo, libero da pregiudizi e conformismi. Il pop-rock godibile e radiofonico di alcuni brani in italiano (il singolo estivo "Libero", "Dolce attesa") si alterna ad episodi di maggiore spessore a livello di ricercatezza testuale e sonorità; tuttavia un'intrinseca coerenza, pur nella varietà, impronta l'album. Percorsi da una dolente poesia sono i brani in lingua sarda (tra gli altri spiccano "Sa mama" e "Rosa fiorida").

Queste le dichiarazioni di Emanuele Sara: "

La tracklist di "Saterala"(TSO, RIMANERE SOLI, ROSA FIORIDA, DOLCE ATTESA, SA MAMA, TERRA FERIDA, CRASA, LIBERO) è un viaggio: si parte da una situazione di incatenamento forzato, dalla riflessione di un uomo sulla realtà che lo circonda e che lo fa sentire costretto e inadeguato.

Lungo questo viaggio l’uomo riacquista la sua identità, con amore, con dolore, fino ad arrivare alla libertà più assoluta. Questo album è il percorso di un essere umano per raggiungere la felicità: in un primo tempo si sente smarrito e disorientato, poi- man mano- l’amore per una donna, per i propri figli, per la sua terra, lo conducono alla consapevolezza di ciò che realmente e intimamente è, un uomo libero."

Emanuele Sara, classe '86, sembra avere, stilisticamente, le idee chiare: fruibilità e qualità sono elementi del suo cantautorato, in cui la Sardegna riveste un ruolo preponderante; i suoni, i profumi, i colori della sua terra rivivono nei testi e nelle atmosfere delle sue canzoni.

Sicuramente non sarà una meteora questo giovane cantautore innamorato della sua terra, genuino e autentico nelle sue espressioni artistiche.

(D.G)