I Suoni Delle Dolomiti

I Suoni Delle Dolomiti

Musica in quota


15/05/2017 - di Riccardo Santangelo
Nell`incomparabile scenario dei "Monti Pallidi" la musica dal vivo incontra i suoni incontaminati della natura e diventa sovrannaturale.
Il suono non è mai uguale. Sembra una frase banale. Pur potendolo misurare e riprodurre allo stesso modo infinite volte, quello che ci coglie non è lo stesso suono. Molti fattori contribuiscono a farlo diventare unico. Così pensate di essere in un luogo dove avete solo montagne intorno (forse le più belle del mondo!) e il cielo sopra di voi. Ecco in un posto del genere il suono è già poesia. Poi se ci aggiungete che potreste trovarvi ad ascoltare alcuni dei più grandi musicisti, proveninti da generi che spaziano dalla musica classica al jazz, dalla world music alla canzone d’autore e il crossover. Magari mischiandosi. Questo è quello che offre da 23 anni il Festival “I Suoni delle Dolomiti”, rassegna che porta la musica il luoghi straordinari, eletti dall’UNESCO a Patrimonio Naturale dell’Umanità.

Spalmati dal 7 luglio al 31 agosto saranno ventiquattro gli appuntamenti ambientati negli scenari più affascinanti delle Dolomiti trentine, raggiunti a piedi dal pubblico e dai musicisti che poi, tolti gli strumenti dagli zaini, si esibiscono proponendo musica che tocca tutti i generi. Tra i protagonisti di quest’anno troviamo nomi come Chick Corea, Sarah Jane Morris, Joey Alexander, Nada, Antonio Forcione, Jack Savoretti, i Violoncellisti dei Berliner Philarmoniker, Béla Fleck, il Quartetto Kelemen, Orchestra di Piazza Vittorio, Giuliano Carmignola, Héctor Ulises Passarella e molti altri

Ad arricchire il programma della rassegna di quest’anno è la presenza della Kremerata Baltica che con Mario Brunello sarà protagonista della Campiglio Special Week, un autentico festival nel festival, aperto alle contaminazioni e alle sperimentazioni. La formazione della Kremerata Baltica, fondata nel 1997 da Gidon Kremer e composta dei migliori talenti musicali di area baltica, saranno in “residence” dal 17 al 23 luglio. Durante questi giorni saranno numerosi i concerti sulle vette e in fondo valle, oltre a un trekking nel bellissimo paesaggio delle Dolomiti di Brenta, che coinvolgeranno l’intera orchestra o solo alcuni suoi membri. Tra i numerosi appuntamenti vale la pena segnalare il concerto del 17 luglio al Lago Nero, dove sarà di turno del vibrafonista Andrei Pushkarev con la sua incredibile predisposizione a giocare con i suoni e i generi più diversi. Poi dal 18 al 20 luglio torna la forte esperienza del Trekking con due violoncellisti “cantanti” - Mario Brunello e Peteris Sokolovskis – che si cimentano con musiche di Offenbach, Boccherini e Kneifel. Se il trekking è una esperienza per un numero limitato di partecipanti, l`appuntamento del 20 luglio al Rifugio Brentei sarà invece aperto a tutti e vedrà un simbolico incontro tra i due violoncellisti “dolomitici” e la Kremerata Baltica che lungo i sentieri salirà da Madonna di Campiglio.

 
Info: www.isuonidelledolomiti.it