Denis Guerini

Denis Guerini

Il video di Occhi accesi in anteprima


15/02/2017 - di Ambrosia J. S. Imbornone
In anteprima il video del nuovo singolo dell`artista cremasco, un pezzo fascinoso di un cantautorato eclettico, che esplora la dialettica giorno-notte, esteriorità-interiorità.
Un cantato che ricorda la grande tradizione cantautorale, ma con suoni sicuramente contemporanei, tra chitarre e synth: il nuovo brano di Denis Guerini, Occhi Accesi, che anticipa l’uscita del quarto album del cantautore cremasco, Dissolvenze, è un pezzo fascinoso e interessante.
Nel video che lo accompagna, diretto da Elisa Tagliati, sembra accamparsi la dialettica apparire-essere, giorno-notte, esteriorità-interiorità che domina anche il testo: ecco allora luci, rami, voli di uccelli, linee, cieli e persone in movimento proiettate sulle figure dei protagonisti del video, in primis lo stesso cantautore, come un mondo intimo, come luci dell’io, immagini che visualizzano pensieri e moti dell’animo e riempiono le sagome in un fluire di rossi, verdi, azzurri e neri.

“Di notte siamo tutti un po’ più veri / si vede la luce, / il giorno ci nasconde dietro un banale apparire”, canta d’altronde Guerini. L’album “si muove attraverso i ricordi”, in sette brani “una trama trasparente e leggera, che attraversa la voce pacifica e intensa, nuda come un fantasma”, che incontra le stesse immagini del passato, tra cui viaggia; dal punto di vista dei suoni il cantautorato puro “gioca a nascondino con il tempo, le tendenze, le influenze”. D’altronde Denis ha alle spalle esperienze musicali eterogenee, tra etno-folk, grunge, jazz, cantautorato e teatro; in particolare questo album rappresenta per lui “un’apertura a sonorità nuove, con l’introduzione di alcuni inserti elettronici minimali ed evocativi, ma allo stesso tempo è un ritorno alle origini, con il ritorno, nella versione live, alla batteria, lo strumento con il quale ha cominciato il suo percorso musicale”. Gli stati d’animo che ricorrono nel disco sono “affetto e amicizia eterna, perplessità verso i vivi, spirito di vendetta e gocce di dolcezza”.

Buona visione!



 

Biografia

Denis Guerini in tre parole, cantautore, cantastorie, indagatore. Artista di Crema, classe 1976, nasce musicalmente batterista. Nel 1996 collabora alla creazione di un album con la band etno-folk Krosmos (Udegar 1996) che lo porta in tour in Bosnia. Nel 1998 dall`etnico passa ai Karnea, gruppo grunge che riscuote ottimi consensi di critica. Nel 2000 inizia la passione Jazz ispirata da Davis e Coltrane che nel 2003 sfocia in sperimentazione pura con la band dei Betty Bop, miscela di funky-jazz e musica klezmer. È  in questo periodo che nasce la passione per la scrittura. Entra nel vivo la sua produzione cantautorale, la sua continua investigazione della realtà, profonda e osservatrice, condita da immancabile ironia che lo portano alla realizzazione di tre album e un EP.

Nel 2014 esce l`album Vaghe supposizioni figlio della continua ricerca sia musicale che visiva. Proposto in ascolto in alcuni teatri, condito da video proiezioni realizzate dalla video maker Elisa Tagliati. La vena cantautorale di Guerini si lega ancora di più alla ricerca essenziale dei suoni creando un prodotto artistico che va oltre la canzone abbracciando il teatro appunto ed il dialogo.

Il 2017 lo vede protagonista con il suo nuovo disco introspettivo Dissolvenze, a cui ha lavorato con Francesco Guerini e Marco Zanardi.

Link:

https://www.facebook.com/denis.guerini/?fref=ts


Ufficio stampa

SAPPILO comunicare

Elisa Stucchi

sappilo@sappilocomunicare.it

Giorgio Moratti

giorgio@sappilocomunicare.it

Facebook: https://goo.gl/7wNh6n