Rickson

Rickson

Il video di Inferno di apparenze


09/07/2017 - di Ambrosia J. S. Imbornone
Synth luminosi, basso in evidenza, sonorità accattivanti e una storia in cui la musica è promessa e rivelazione da realizzare con spirito di sacrificio, ma anche e soprattutto credendo nei sogni, al di là dell`inferno delle apparenze: in anteprima il nuovo video della band aretina dei Rickson.
Nuovo video per i Rickson, che hanno pubblicato ufficialmente il loro primo album, Chi ti aiuterà (The Beat Production), lo scorso febbraio: la band toscana, che nel disco mescola sonorità sixties e seventies a matrici più elettriche e al synth-pop, ha scelto questa volta il brano Inferno di apparenze. Vi presentiamo in anteprima il video del singolo, che è descritto così:

Un bambino che nelle semplici azioni quotidiane va alla ricerca di se stesso e di quello che sarà poi il suo futuro.
Tutto cambia quando entra in contatto con i vinili e la chitarra che trova in casa.
La musica per lui diventa un forte desiderio […]
Da quel momento inizia ad immaginare lui stesso da grande, in un palco a suonare con la band…
Sa che la strada, intesa anche come la vita in generale, sarà lunga e piena di difficoltà, ma per farcela non dovrà mai arrendersi e guardare oltre l’ “INFERNO DI APPARENZE” che lo circondano.


Il bambino compie infatti piccole scelte come quella della pettinatura o dell’abbigliamento, che cerca in un armadio (di un fratello?) e seleziona accuratamente come per cominciare a costruirsi un’identità. La scoperta della musica, tra vinili storici (Beatles, Doors, Simon & Garfunkel, Pink Floyd, ecc.) e recenti (Motta, The Winstons), appare una folgorazione: testi, copertine e soprattutto il giradischi sono osservati con aria incantata come ingredienti e oggetti indispensabili per celebrare un rito, che gli apre una dimensione appassionata. Il testo d’altronde mostra che la razionalità non sempre basta, ma che sono i sogni a rivelare la realtà: occorre compiere una sorta di salto oltre ciò che è visibile e presente, proiettarsi al di là di un “inferno di apparenze”, al di là di ciò che sembra già dato e scritto per sempre, per scrivere la propria storia, fosse pure con fatica e spirito di sacrificio.

Nella canzone troviamo synth luminosi, linee di basso in bell’evidenza, sonorità accattivanti e chitarre elettriche che sembrano incarnare quel salto dell’immaginazione come una fuga psichedelica nel tempo.

Il video è stato girato e montato da Cesare Capuani (voce, autore dei testi e delle canzoni della band insieme al fratello Adriano). Le immagini che nel video mostrano Rickson sul palco sono state girate invece da Michele Pierucci (regista del video del primo singolo del gruppo, Estate) in occasione del concerto di presentazione dell’album, all’Enoteca di Lunano (PU).

Il titolo del disco, tratto proprio da un verso di questo pezzo e presente anche nel video sul quaderno del bambino, è al contempo una domanda, un’affermazione, ma anche “uno stimolo per trovare soluzioni alle tempeste quotidiane che ci scompensano la vita”. Racconta il quartetto aretino sull’album:

Questo nostro esordio è sicuramente un disco sentito, anche per il modo artigianale in cui ha preso forma, nella nostra sala prove isolata dal mondo. E’ un album che non vuole insegnare nulla a nessuno, solo raccontare qualcosa, nello specifico le nostre storie, per farle diventare un piccolo simbolo di quelle di tanti nostri coetanei, sparati senza rete di salvataggio in questa epoca schizofrenica. Sicuramente, in fondo a queste otto canzoni, c’è questo: la sincerità, la voglia e l’esigenza di dare voce alla nostra generazione.

Buon ascolto e buona visione!

 

Biografia

I Rickson nascono nel 2015 da un’idea dei fratelli Cesare e Adriano Capuani, a cui presto si uniscono Fabrizio Aiudi e Francesco Menghini, andando a formare un quartetto che aveva già avuto esperienze musicali comuni in passato. La band inizia da subito a comporre ed arrangiare i propri brani, esibendosi live in diversi club della propria area geografica. A fine 2015 i Rickson si chiudono nella loro sala prove personale a Badia Tedalda (AR), un piccolo paese tra Toscana e Romagna, trasformata per l’occasione in uno studio di registrazione. Qui danno vita alle otto tracce che compongono il loro album d’esordio Chi ti aiuterà, che dopo una ghost release vede la luce ufficialmente il 3 febbraio 2017.

Link e contatti:
www.facebook.com/ricksonband
http://www.thebeat.it/artist/rickson/


Libellula Press
press3@libellulamusic.it   
http://www.libellulamusic.it