Gombo<small></small>
Americana − Songwriting − Zydeco Cajun Rock

Zachary Richard

Gombo

2017 - Arzed Records
30/11/2017 - di
Zachary Richard per chi non lo conoscesse è uno degli artisti più importanti del Nord America francofono (e non solo), evocando spesso con i suoi canti, le sue liriche e le sue canzoni l’identità dei cajun. Il primo ad integrare nei primi anni ’70 la musica tradizionale cajun con un suono e sonorità più moderne e contemporanee che potremmo definire o appellare una sorta di zydecajun rock.

Ardente difensore e promotore della lingua francese, dell’identità Acadiana attraverso numerosi documentari, una serie televisiva Coeurs Batailleurs e diversi libri sulla storia del popolo e della comunità cajun ( situata a due ore di auto da New Orleans e con capitale Lafayette) tra cui Histoire des Acadiennnes e des Acadiens de la Louisiane da lui scritto in francese nel 2012 per la Université de Louisiane a Lafayette Presse e la versione in inglese dello stesso libro edito nel 2013 The History of the Acadians of Louisiana.

Zachary Richard non é soltanto un musicista bensì resta un personaggio ed un messaggero  fortemente impegnato con numerose iniziative a preservare l’ambiente naturale in Louisiana e nel Nuovo Brunswick (Nouveau-Brunswick) sulla costa orientale del cosiddetto Canada francese.

Numerosissime le alte onorificenze da lui ricevute (oltre 20) tra cui quella di Membro Onorario dell’Ordine del Canada, Premio Letterario Champlain Conseil de la vie francaise en Amerique (1998), Chevalier de l’Ordre de la Pleiade (2007) e il PHD Honoraire en Literature Université Saint-Anne Nova Scotia (2009).

Da vero ambasciatore, nel 1996 Zachary ha fondato la Action Cadienne, una organizzazione di volontari dedicata alla promozione e preservazione della lingua francese e della cultura cajun in Louisiana.

Nel 2000 ha scritto, narrato, prodotto e girato una video cassetta Against the Tide: The Story of the Cajun People of Louisiana. 

Zachary Richard é nato a Scott, Louisiana, l’8 settembre del 1950. Cantautore, cantante, pianista, fisarmonicista, scrittore di testi di storia e libri per bambini, ricercatore, studioso, regista, produttore di dischi di altri artisti e di documentari, praticante del birdwatching (inerente l’osservazione, lo studio, l’ascolto e il riconoscimento degli uccelli in natura) nonché autore di splendide ballate sempre assai riuscite ed evocative. 

Nell’arco di quasi 5 decenni, solo discograficamente parlando, ha al suo attivo 21 album più tre compilation ufficiali.

Nove i suoi dischi, assolutamente da avere: Bayou Des Mystères (1976), Mardi Gras (1977) puramente e squisitamente cajun, la svolta con Migration (1978) nel quale descrive  l’insediamento in Louisiana degli emigrati cajun cacciati dal Canada conosciuto anche come Le Grand Dérangement (1755-1764), Live in Montreal (doppio dal vivo del 1980 per la CBS con Sonny Landreth nella band alla chitarra), Women in the Room (A & M Records) del 1990 e Snake Bite Love (A & M Records ) del 1992, i suoi album più rock, Cape Enragé (1996) opera interamente cantata in francese e nel nuovo millennio, quando diventa un puro chansonnier due splendidi album come Last Kiss (2009) e Gumbo (2017).

Molteplici le sue peculiarità, eccone alcune: una voce meravigliosa e vibrante, il canto in  francese (con alcuni brani incisi e cantati anche in inglese), il suono della fisarmonica quasi costante nei suoi dischi anche se ora usata in maniera differente, più armoniosa ma meno da cajun-rocker come nei primi album, i testi sempre fieri, orgogliosi ed impegnati anche quando parla d’amore o delle sue splendide terre, la Louisiana e il Canada , una penna sopraffina nello scrivere canzoni di grande spessore culturale ed un gusto musicale, caratteristico, unico, sublime.

Gombo (o gumbo in inglese), dal nome di un tipico e popolare piatto della Louisiana che comprende molteplici ingredienti e derivato da numerose ed antiche tradizioni resta l’emblema di un prodotto simbolo di una cultura multietnica.

Un disco intenso dove traspare tutto il suo amore e la passione per il Québec, il Canada, la terra natia della Louisiana, certo prezioso cantautorato, il rock, lo zydeco, il cajun, il blues ed il francese arcaico del fiero popolo degli Acadien di cui fa parte integrante. Zachary si divide tra Scott, Louisiana dove è nato e vive, Montreal nel Québec dove é molto popolare e Parigi in Francia, le sue tre terre di lingua francofona.

Zydeco Jump, Dans Les Grands Chemins, Catherine Catherine e Pop the Gator sono influenzate e fanno parte della gioia e festiva terra della Louisiana, La ballate de L’esclus e Au Bal du Bataclan (tra i brani migliori dell’intero album dedicata alla tragedia francese e alla sala da spettacolo di Parigi, teatro il 13 novembre 2015 di un attacco terroristico sferrato da un gruppo armato dell’Isis con oltre 90 vittime) sono invece più riflessive.  In Gombo le ballate prendono il sopravvento ad opera di un artista che sa raccontare le storie, le avversità, i fatti, i retroscena, la natura ed i luoghi a lui tanto cari come nessun altro potrebbe farlo. La ballade du IrvIn Whale é dedicata alle balene e alle Isole Les Isles de la Madeleine nel Québec, La ballade d’Emile Benoit rivolta alla Newfoundland mentre La Saskatchewan é una provincia del Canada occidentale. 

Non mancano alcune canzoni d’amore Sweet little darling of mine, Somebody calling entrambe cantate in inglese ed una romantica It might be love.

In Catherine Catherine, Zachary duetta con il cantante canadese del Quèbec Robert Charlebois ed in un magnifico inno di speranza intitolato Fais briller ta lumière cantato a due voci con la super star africana Angélique Kidjo.

Gombo è co-prodotto da Zachary con il leggendario tastierista David Torkanowsky e si avvale di ottimi musicisti come Roddie Romero (chitarra e fisarmonica), Francis Covan (violino e fisarmonica), Rick Haworth (chitarra, lap-steel, mandolino e armonica) ed altri ancora.

Un viaggio emozionante ed appassionante attraverso il Nord America accompagnato da grande musica, ballate epiche e storiche, un lirismo a dir poco eccellente ad opera di un brillante e  fenomenale songwriter.

Chapeau!

Track List

  • Zydeco Jump
  • La ballade d’Emile Benoit
  • La ballade du Irving Whale
  • Jena Blues
  • Catherine Catherine
  • Manchac
  • La ballade de l’exclus
  • Au bal du Bataclan
  • Dans les grands chemins
  • Pop the Gator
  • It might be love
  • Sweet little darling of mine
  • Somebody calling
  • Fais briller ta lumière
  • BONUS TRACK: La Saskatchewan