Closing time<small></small>
Americana

Tom Waits

Closing time

1973 - Asylum
19/05/2008 - di
Guardiamoci in faccia e diciamoci la verità. Quanto ci manca questo Tom Waits? Quello che al suo esordio canta come un usignolo gentile, se paragonato all’orco cattivo delle ultime produzioni.
Ci manca moltissimo, lo sappiamo tutti. “Closing Time”, che inaugura gli anni ’70, una stagione liricamente fertilissima, è un disco che non invecchia mai. Nonostante i suoi trentacinque anni è sempre attualissimo, tanto che ancora oggi sono molto i musicisti che costruiscono la propria ossatura sulle sue canzoni. E non era certo facile, ci riescono solo i geni, ad infilare al debutto discografico (grazie ad Herb Cohen) uno dietro l’altro scuri gioielli notturni come “Ol’55”, “Old Shoes”, “Martha”, “Rosie”, intensi nelle loro interpretazioni e profondi nei loro testi.
Tom Waits è sempre chino sul piano, alza i tacchi e abbandona il suo bicchiere di whiskey solo quando accende la luce per “Ice Cream Man”, ma è solo un attimo, prima di svanire nelle tenebre fumose della notte, trascinato dai fiati che soffiano leggeri su meravigliosa chiosa che dà il titolo all’album.
Poi per l’artista di Pomona arriveranno gli splendidi anni ’80 e tutto il resto che ben conosciamo. Ma tutti coloro che si sentono orfani di questo periodo, sanno bene che non tornerà mai più. Ma quante volte abbiamo sentito voci grosse decantare le meraviglie di “Real Gone” farsi poi sottili per confessare che se Tom Waits per una volta tornasse anche a cantare …
Ah, maledetta nostalgia!

Track List

  • Ol´ ´55|
  • I Hope That I Don´t Fall In Love With You|
  • Virginia Avenue|
  • Old Shoes (& Picture Postcards)|
  • Midnight Lullaby|
  • Martha|
  • Rosie|
  • Lonely|
  • Ice Cream Man|
  • Little Trip To Heaven (On The Wings Of Your Love)|
  • Grapefruit Moon|
  • Closing Time

Tom Waits Altri articoli