Sideways Rain<small></small>
Rock Internazionale − Songwriting − folk rock

Steve Mayone

Sideways Rain

2017 - Janglewood Records
24/11/2017 - di
Steve Mayone, produttore e musicista da Brooklyn N.Y., non è molto conosciuto nel nostro paese, anche se ha già una lunga carriera musicale alle spalle. Ha iniziato infatti a suonare e scrivere canzoni  già nel 1977, ha fatto parte di diverse band e realizzato alcuni dischi per poi intraprendere  nel 2004, con l’album Bedroom Rockstar, la carriera solista che lo ha portato a incidere prima di questo nuovo lavoro, Sideways Rain, altri tre album accolti sempre positivamente dalla critica e dal pubblico. In parallelo ha sviluppato anche una attività di produttore (The Cambridge –Somerville All Stars, American Thread, The Blue Ribbons), di scrittore di musica per film indipendenti , spettacoli televisivi e pubblicità e un progetto discografico con la cugina Kristina Stykos.

Steve Mayone ha una solida e versatile voce e propone la sua  musica che è una miscela di folk, classico roots-rock, americana, ballate acustiche, country  e, soprattutto in questo disco, pop di matrice beatlesiana, anche se non mancano riferimenti a Bob Dylan e The Band, con una grande abilità nel passare facilmente e naturalmente tra i vari generi. 

Un disco che nasce  da due fatti tragici che hanno profondamente segnato Steve Mayone, la morte della madre e il suicidio del fratello a cui ha dedicato l’album, ma anche da un fatto gioioso, la nascita del primo figlio, momenti che trovano riscontro nei testi di  alcune canzoni del disco.

Si è circondato di alcuni ottimi musicisti della scena di Boston e New York come Russell Chudnofky (Tanya Donnelly, Lori McKenna), Jason Mercer (Ron Sexsmith, Ani DiFranco) and James Rohr (The Blue Ribbons, Lake Street Dive) e nella scrittura di alcuni brani si è avvalso della collaborazione di  Matt Keating, Peter Mulvey and Paul Cebar, mentre  la produzione è di Andy Plaisted.

Tredici nuovi  brani che rappresentano bene quella vasta tavolozza musicale a cui ci ha abituato negli anni Steve Mayone, dove  non ci sono grandissimi pezzi ma i livelli di scrittura ed esecuzione sono sempre buoni.  

Si parte con Letting You go, brillante brano tra archi da camera pop e richiami ai The Travelling Wilburys , So many people get it wrong ha l’immediatezza e la solarità di un brano scritto da  George Harrison e ci racconta del tentativo di provare ad essere un buon padre, Sideway Rain la title track è un’ altra deliziosa e melodica ballata, Long way home con sax baritono e slide guitar è un classico blues boogie da bar, Rescue me è forse il brano più country del disco.

Il tema della perdita e della ricerca del lavoro viene affrontato con amarezza in Times move on acustica fingerpicked dove “ nobody ‘s hiring an honest man . The jobs has been shipped to foreign land “, e  in New Years resolution dove prevale ancora una atmosfera priva di speranza “nobody’s hiring a desperate man who was fired from his last vocation ”, mentre in Pretty Mama, con un mix di  tromba, sax e steel guitar si respira un’aria dylaniana ,e  si cambia ancora in Early morning train, puro e cristallino folk alla Gordon Lightfoot.  

Chiudono il disco le due canzoni dove più si avverte il senso della morte che ha ispirato il disco :  Strange Bird  “ too weird to live, too rare to die, too big to run, too small to survive “  dedicata al fratello suicida, un brano delicato ed emozionante tra steel guitar e organo hammond da brividi, Save youYou say there’s no more storie sto tell and your life has been a living hell . And it’s be easier for everyone if you went away “ dolce ballata  con morbidi fiati e chitarra spezzacuori . 

Un disco che non cambierà il futuro di Steve Mayone, che non porta niente di innovativo  ma che contiene della buona musica che si ascolta con grande piacere e dei testi che fanno riflettere,  fatta da un piccolo-grande onesto artigiano con l’aiuto di ottimi musicisti.

Track List

  • Letting you go
  • So many people get it wrong
  • What good
  • Sideways rain
  • The long way home
  • Rescue me
  • New years resolution
  • It’s beautiful
  • Pretty Mama
  • Early morning train
  • Strange bird
  • Save you

Steve Mayone Altri articoli