The Hiss You Can t Miss!<small></small>
Jazz Blues Black − Blues

Snake Oil Limited

The Hiss You Can t Miss!

2017 - Killer Bats / IRD
13/07/2017 - di
Ebbene sì, possiamo affermare senza timore di smentita che il blues italiano sta vivendo un periodo ben fertile sia in termini di proposte sia di qualità. Non passa, infatti, quasi settimana che non ci sia una nuova proposta musicale.

E chi sono gli Snake Oil Limited per esimersi dal farci sentire la loro ultima ottima proposta ?

La “giovane” band nasce a Genova nel 2013 con l`intento di abbeverarsi alla fonte del blues e omaggiarne le figure più eccentriche, con un occhio alla tradizione e uno al divertimento.

Si presentano al loro pubblico con la classica formazione a quattro: voce, chitarra e sezione ritmica (Dario Gaggero, Stefano Espinoza, Andrea Caraffini e Tony Anzaldi).

Nel 2015, dopo due mini-ep, pubblicano il loro primo album Back from Tijuana: live by the sea come a voler abbracciare l’intensa attività live che ha caratterizzato quegli anni. Dal disco, registrato durante una session a Giugno 2014, emerge, infatti, che la dimensione live è quella che meglio li caratterizza: energia trasmessa al proprio pubblico a profusione senza fronzoli inutili,.

Dopo il live ecco arrivato il momento dell’album in studio: The Hiss You Can’t Miss! Undici brani inediti che racchiudono la stessa carica live con quel piacevole retrogusto di cover che i nostri eseguono da sempre in modo impeccabile.

Per l’occasione alla band si aggiungono alcuni session man come Antonio "Candy" Rossi all’armonica (da evidenziare lo stato di grazia riscontrabile nei due brani: 10 Cents in My Pocket e Self Isolation Blues impreziositi appunto dall’espressività della sua armonica), Alessandro Muda alle tastiere (Concrete and Pain e Tonight sono i due brani che ne mettono in mostra le doti), Paolo Bonfanti alla slide guitar (che aggiungere se non: ascoltate Life Is A Ladder e capirete!), Lina Di Giacomo e Sabrina Fanfani ai cori.

Ad arricchire ulteriormente questo loro lavoro troviamo Paolo Bonfanti alla produzione del disco. Ricordiamo inoltre che l’album è stato registrato presso gli El Fish Recording Studio.

Undici brani, dicevamo, che mettono in evidenza una band coesa e impeccabile sotto ogni punto di vista; qualche esempio ? la sezione ritmica, precisa e vero cuore pulsante della band, la chitarra elettrica di Espinosa (ascoltatela nei riff proposti in Betty Ann o nel picking di Why?) e… rulli di tamburo… last but not least la voce del band leader Dario Gaggero (un esempio su tutti I Don`t Care What Nobody Say).

Un disco questo in cui si percepisce chiaramente che i nostri fanno musica per divertirsi e di conseguenza con la loro carica da live act divertono (parecchio) anche i loro ascoltatori. Chicago oggi è più vicina che mai. Un disco consigliato.

Track List

  • Voodoo Woman
  • Life Is Ladder
  • Betty Ann
  • 10 Cents In My Pocket
  • Just Like A Fish
  • I Don`t Care Nobody Say
  • Bo Diddley Is A Ghost Hunter
  • Coal Heart
  • Self Isolation Blues
  • Sticky Kind Of Woman
  • Concrete And Pain
  • I Belong To The Band
  • Why