Pick Your Poison<small></small>
Jazz Blues Black − Blues

Selwyn Birchwood

Pick Your Poison

2017 - Alligator Records/IRD
23/11/2017 - di
[…] Early this morning/When you knocked upon my door/Early this morning/When you knocked upon my door/I said, Hello Satan/I believe it’s time to go […]

Anno Domini 2015. Best New Artist Debut per il 36th Blues Music Award: Don`t Call No Ambulance di Selwyn Birchwood. Dopo tre anni dall’uscita dell’album vincitore ecco il ritorno di quello che è stato acclamato dalla critica come il più giovane e brillante cantante-chitarrista del blues contemporaneo.

Nato nel 1985 nella “the city beautiful” al secolo Orlando in Florida, oggi probabilmente più famosa per la sua vicinanza al Walt Disney World Resort piuttosto che per l’essere stata la terra dei Seminole. All’età di tredici anni, a differenza dei suoi coetanei che ascoltano hip-hop, acquista la sua prima chitarra e rimane folgorato da Jimi Hendrix […] Era il più grande, quello che ha fatto è stato strabiliante, quando ho capito che Hendrix era influenzato dal blues ho trovato la mia strada […]. A diciannove anni un amico gli disse che il vicino di casa era un chitarrista blues e, con l’idea di andare a dare un’occhiata, si ritrova davanti nientemeno che il leggendario bluesman texano Sonny Rhodes che in quell’occasione rimarrà colpito dal giovane ragazzo per le sue doti chitarristiche. Il mese dopo Birchwood è già “in strada” con il suo mentore: Rhodes.

Nel 2011 autoproduce l’album FL Boy mentre nel 2013 con l’album Road Worn all`International Blues Challenges conquista il primo posto ([…] Ho visto il potenziale di Selwyn nel 2012. Ha meritato assolutamente di vincere nel 2013 […] – Bruce Iglauer Presidente dell’Alligator Records). Il 2014 è l’anno in cui firma il contratto con la Alligator Records e incide l’ottimo e premiato Don`t Call No Ambulance, un album che potremmo definire la visione realizzata del blues contemporaneo.

Ad accompagnare il chitarrista nel suo ultimo album Pick Your Poison (sempre per la Alligator Records) troviamo la band formata da Regi Oliver al sassofono mentre la solida sezione ritmica è capitanata da Huff Wright al basso e dalla new entry Courtney "Big Love" Girlie percussioni e batteria.

Tredici brani, tutti a firma e produzione Birchwood, per un pieno di energia allo stato puro a base di: boogie, gospel, soul, blues e R&B. Mamma mia che mix !!!

L’album apre subito alla grande con il blues-rock di Trial By Fire: introduzione di batteria e flauto (di Regi Oliver) e poco dopo ad innalzare la temperatura ci pensano i riff turbolenti in perfetto Mississippi Hill Country style di Birchwood mescolati alla linea di basso del fido Huff Wright.

E la band come reagisce alla chitarra del leader? Se mai ci fosse stata la necessità di una prova eccola in Even The Saved Need Saving con sax, slide e wah wah a rincorrersi in un vortice gospel che a gran voce esorta le persone a mostrare un po` d’amore invece di puntare il dito. Rimanendo in tema chitarra (e wah wah) non possiamo non segnalare l’assolo presente nella title track (Pick Your Poison). Tra le doti messe in mostra da Birchwood all’interno del disco troviamo indubbiamente la voce (ascoltatelo con il timbro da crooner nella notturna ballad Lost In You) e la scrittura dei testi (come nel caso del Chicago-Blues acustico Police State e nella conclusiva Corporate Drone).

Con Pack Your Poison ci troviamo d’innanzi ad un album pregno di arrangiamenti accattivanti, testi stimolanti e un mix di stili che non fa’ altro che confermare le ottime doti di Birchwood. Continuate a tenerlo d’occhio, il ragazzo è destinato a diventare un vero protagonista del genere.

Track List

  • Trial By Fire
  • Even The Saved Need Saving
  • Guilty Pleasures
  • Pick Your Poison
  • Heavy Heart
  • Haunted
  • Are Ya Ready?
  • Reaping Time
  • R We Krazy?
  • Police State
  • My Whiskey Loves My Ex
  • Lost In You
  • Corporate Drone