Orfeo l`ha fatto apposta
Emergenti − Songwriting − Rock

Pietro Berselli

Orfeo l`ha fatto apposta

2017 - Dischi sotteranei
08/04/2017 - di
Raramente ci si imbatte in un lavoro che fin dal primo ascolto riesce a catapultare l`ascoltatore in un regno di suoni, parole ed atmosfere, ma soprattutto un album che sembra svelarsi ad ogni play più ricco ed intenso, questo è Orfeo l`ha fatto apposta di Pietro Berselli. Un esordio, quello del cantautore bresciano, ma padovano d`adozione, che parte dai classici, riscrivendoli e attualizzandoli, rendendo reale la definizione di teatro come una relazione attore/spettatore nella messa in scena di un evento, col primo che si muove nello spazio con l`espressività e il fruitore che decodifica, Pietro Berselli ricopre entrambi i ruoli, prendendo spunto dal mito di Orfeo e Euridice. La storia di Orfeo è di un grande poeta e musicista che in seguito alla perdita dell`amata Euridice scende negli inferi per riportarla in vita, ma lo può fare solo se durante il tragitto riuscirà a non voltarsi a guardare la donna che gli ha preso il cuore. Ogni leggenda o mito sottintende dei significati che in questo caso possono essere riassunti sia in prova di amore che di fiducia, ma in un finale alternativo Orfeo decide di voltarsi, Pietro Berselli prende in considerazione proprio questa conclusione, mettendo in evidenza la curiosità umana e artistica, la diffidenza e, anche, il bisogno di voltarsi per poter andare avanti. Orfeo l`ha fatto apposta si basa su una tensione continua tra musica e voce, in quel coinvolgimento personale e inarrestabile con l`ascoltatore, riuscendo a non far mai distogliere l`attenzione dal singolo aspetto di ogni traccia. Pietro Berselli recita, racconta, abolisce l`ipocrisia e la retorica, anche quando sembra presentare il suo lavoro in Diluire, creando le basi del suo rapporto col pubblico, nel suo “diluire il dispiacere con l`aspettativa”, alterna i brani puramente cantautorali in chiave post rock con altri strumentali e altri recitati, creando stati d`animo che si sentono nello stomaco, con quel coinvolgimento totalizzante fatto anche di discese e salite che permette all`artista di andare oltre al suono con la voce e viceversa. Dopo la presentazione in Diluire, Berselli presenta l`altro protagonista Sintetizzatore che necessita di un proprio spazio, in questo album di rabbia rock tagliente e sapiente, di disillusione sfacciata, ben visibile in Brindisi perchè il cantautore non ha assolutamente timore di esprimere anche i sentimenti che il più delle volte si nascondono anche se chiunque li conosce e li ha provati.

   Due anni fa Pietro Berselli aveva pubblicato l`ep Debole (Senza regole) voce e chitarra elettrica, successivamente si aggiungono batteria, un`altra chitarra, basso e il sintetizzatore per suoni meno scarni e più rock, grazie alla band calca palchi prestigiosi come Sherwood Festival, Sub Cult Fest, AMA Festival con altri artisti, e aprendo il concerto dei Garbage a Padova. Nel 2017, con la produzione artistica di Tommaso Mantelli (Teatro degli Orrori, Captain Mantell) esce, per Dischi Sotteranei, Orfeo l`ha fatto apposta nel quale vengono inserite le quattro tracce dell`ep, per avere undici brani omogenei come sound con la cornice costituita dal mito, che in realtà viene citato solo nella frase “se hai coraggio voltati”, ma si respira un`aria di cultura difficilmente riscontrabile, anche nella scelta delle parole, spesso crude, ma che poggiano su immagini poetiche che rendono ogni concetto comprensibile e condivisibile. Orfeo l`ha fatto apposta risulta veramente una rappresentazione teatrale, le tracce sono legate da un racconto interiore, di un autore messo a nudo, spogliato del conformismo, i testi e la musica diventano un unico atto indissolubile grazie alla voce melodiosa quanto chiara e penetrante. Musicalmente la scelta elettronica, i vibrati, il crescere di basso e di batteria creano pathos in un realismo tangibile di discesa nell`inquietudine, nella cupezza; come aveva dovuto fare Orfeo sembra ci sia una discesa nella parte più bassa per ritrovarsi, in una piacevole angoscia liberatoria.

   Orfeo l`ha fatto apposta è un lavoro che si apprezza dal primo ascolto, riesce a smuovere le parti più inesplorate, in una totale coerenza anche nei video dei singoli che rendono quel senso di solitudine, interiorità e libertà dell`essere, senza bisogno di mediare, per risalire (anche senza Euridice).

Track List

  • Niobe
  • Diluire
  • Debole (Senza regole)
  • Brindisi
  • Sintetizzatore
  • In diretta
  • Cordiali saluti
  • Mediterraneo di notte
  • Quanti anni hai
  • Leggero
  • L`eterno ritorno dei cani

Concerti Pietro Berselli

  • Pietro Berselli @ Giardini del Colle Ascarano San Ginesio

    29Aprile

  • Pietro Berselli @ Terzo Ponte Bassano del Grappa

    03Giugno