Soul of an Octopus<small></small>
Rock Internazionale − Alternative − progressive, metal, elettronico

O.r.k.

Soul of an Octopus

2017 - RareNoiseRecords
31/07/2017 - di
Gli O.R.K. sono un supergruppo, arrivato ormai alla seconda prova su disco, che vanta in formazione sia musicisti italiani (Carmelo Pipitone, già alla chitarra nei Marta sui Tubi e Lorenzo Esposito Fornasari alla voce e tastiere, da Obake e Bersek!) che eccellenze internazionali (Pat Mastellotto, batteria dei King Crimson e Colin Edwin, quattro corde dei Porcupine Tree).

Il loro attuale attuale lavoro, Soul of an Octopus, presenta nove solide canzoni in cui i quattro musicisti mostrano il loro pacchetto di skill -di cui nessuno comunque dubitava- ed addentrandosi in territori più o meno rischiosi e spostandosi a seconda delle vibes del pezzo dall`elettronica, al blues e al rock, al prog, quando tamarro à la Dream Theather, quando cervellotico sul modello Tool.

Comunque, possiamo partire dalla copertina per descrivere bene il suono degli O.R.K.: la testa di questo `octopus` è sicuramente la voce di Fornasari, dalla quale le strumentali dei tre ottimi musicisti si allontanano per poi comunque tornare sempre, come appendici -non troppo- secondarie del fulcro centrale della struttura dei pezzi.

Il vocione epico di LEF, infatti, domina sia nei pezzi in cui viene più rispettata la forma canzone sia in quelli dove prevalgono i virtuosismi dei musicisti, mostrando quell`attitudine metal che per il sottoscritto rappresenta il punto più debole del secondo LP degli O.R.K.

Questione di gusti, ovviamente, ma con un risultato ancor più bilanciato Soul of an Octopus avrebbe avuto le potenzialità di essere un gran disco, date le indubbie capacità tecniche e il gusto di chi suona, come in Searching for the Code, dove architettue rock si aggiungono ad una struttura (minimale) di elettronica, o nella super prog Scarlet Water.

Insomma, andiamo al punto: quale obiettivo ha il progetto O.R.K.? Musicisti che vogliono divertirsi a suonare assieme la musica che più gli va? O il tentativo concreto di creare qualcosa di originale, importante e destinato a durare? Sinceramente, dopo due dischi sembra ancora non troppo chiaro, come se si collocassero nel mezzo a questi due estremi.

Ci sarà il tempo di arrivare ad una terza prova? Io non lo so, vedremo se i nostri amici O.R.K. la piazzeranno davvero giusta, almeno una volta.

 

Track List

  • TOO NUMB
  • COLLAPSING HOPES
  • SEARCHING FOR THE CODE
  • DIRTY RAIN
  • SCARLET WATER
  • HEAVEN PROOF HOUSE
  • JUST ANOTHER BAD DAY
  • CAPTURE OR REVEAL
  • TILL THE SUNRISE COMES