Flying and the silence
Derive − Elettronica − ambient/elettronica

Nheap

Flying and the silence

2013 - acustronica
28/01/2014 - di
Non posso non eccedere nei complimenti quando capita di ascoltare Origin of water di Massimo Discepoli alias Nheap. Grumi filtrati in un imbuto rovesciato, dinamismo riduzionista in perenne dialettica, felice in/out delle basslines, deregolamentazione occidentale dei 440 hz in clichè sufi, tutto su lievitati dubforms traslucidi letti dalle puntine di Primary colours. Viene in mente la minimal di Villalobos, il post rock dei Tortoise, hammond, batteria metronomica, loops mentalisti.

È praticamente tutto perfetto. Half asleep e Wandering sanno di jazz rotto, di levataccia vaporosa, ritratto di gente intenta a sbrinare il parabrezza per non morire e costretta a riemerge dal sonno via radio. Nheap ha bisogno di virare verso lidi sereni, allontanare l`uditore dallo spauracchio della timbratura quotidiana e proiettarlo con sicumera in un universo di play-doh, correndo il rischio di trascendere (Expressionism at night) per poi concretizzare (Two types of awakenings). Discepoli è l`ideatore di Acustronica, netlabel italiana tra le più competenti in fatto di elettronica e sperimentazione, ma è soprattutto batterista acuto oltre che polistrumentista, e con il moniker di Nheap è al quarto album in studio. Il lavoro precedente, Clouds under the table mostrava doti invalse nell`unire toy music e folktronica, elevazioni impro/ambient e dub funk. Il punto fondamentale da capire è che certi musicisti riescono a delimitare un campo e in quel perimetro bonificano zolle fatte di genziane e narcisi gialli, provate a coagulare i colori.

Massimo ne ha colto frutti e asili confortevoli, maturando dall`esperienza e decodificando le rigide direzioni. Quest`ultimo lavoro porta in dote droni campione della Experimental audio research triturati dal math, la logica del funk contratta dalla deep, dal postmodernismo che flirta col neoclassico, dalla contemporaneità di Arthur Russell. Fa suoi l`eleganza dell`evento solistico e la coralità delle sezioni. Flying and the silence è un progetto eccellente.  

Track List

  • Flying at the silence
  • Primary colors
  • Half asleep
  • Wandering
  • Expressionism at night
  • Flying at the silence
  • Between the trees
  • Lost in a leaf
  • Two types of awakenings
  • Recurring dream