Boy Crazy and Single(s)<small></small>
Americana − Rock

Lydia Loveless

Boy Crazy and Single(s)

2017 - Bloodshot Records (distr.IRD)
04/01/2018 - di
Spesso le antologie sono un`inutile compitino fatto senza amore nè passione. Ma ci sono anche quelle che colgono il segno e possono fungere da eccellente vademecum di artisti poco noti. Questo è il caso di Boy Crazy and Single(s) curato dai tipi della Bloodshot, che fortunatamte rientra nel rooster di labels distribuite in Italia dalla IRD, che pesca, pur parzialmente, nella già disordinata discografia di Lydia Loveless.

Americana rockeuse proveniente da Columbus, Ohio, la Loveless è musicista perfettamente collocata nella scena Rock con il suo piglio punkeggiante, ora attenuatosi rispetto agli inizi della carriera ma in grado di suscitare ampi sorrisi soddisfatti nell`ascoltare canzoni come l`eccellente iniziale All I Know. Ma essendo questa un`antologia ecco allora sparigliarsi subito le carte con il Country della splendida All The Time che lascia comprendere come la ragazza, pur con i suoi 27 anni, sia in grado di avere un promettente futuro.

Certo, come direbbe qualcuno, siamo nella serie B del Rock ma come avviene proprio nelle serie minori, la grinta ed il talento, quando c`è, non fatica ad emergere con chiarezza. Si diceva di una discografia disordinata, fatta di diverse pubblicazioni solo digitali, singoli ormai fuori catalogo da cui arriva la ballatona The Water (gran pezzo, ndr), o l`ottima cover di Alison di Elvis Costello, un vero gioiellino, pertanto non ci sarebbe da meravigliarsi se album come questi dovessero ripetersi in futuro per la Loveless. Ma aldilà di queste consderazioni, vale la sola sostanza. E proprio dai pezzi mai usciti su album, vale la pena di segnalare la seducente Mile High che tanto si riallaccia a certe sonorità Roots, Come Over che potrebbe stare bene in chiusura di una delle tante fiction che hanno ormai preso il sopravvento nelle programmazioni televisive, e Falling ut Of Love With You, della quale alleghiamo lo splendido video, originariamente prevista nella track list dell`album Somewhere Else del 2014, e poi misteriosamente eliminata.

Chiudiamo citando la sorprendente cover di I Would Die 4 U di Prince, che dimostra che la Loveless è in grado di esprimersi a livelli decisamente alti, pur avventurandosi in generi poco accostabili all`ambito in cui si muove. Insomma, come già scritto all`inizio un`antologia non banale, molto ben fatta, ed in grado di far conoscere un`artista sicuramente degna della nostra e vostra attenzione.

 

Track List

  • All I Know
  • All The Time
  • Lover`s Spat
  • Boy Crazy
  • The Water
  • Mile High
  • Blind (Kesha cover)
  • Come Over
  • Falling Out of Love
  • I would die 4 u (Prince cover)
  • Alison (Elvis Costello cover)

Lydia Loveless Altri articoli