Il lupo cattivo<small></small>
Italiana − Canzone d`autore

Lucio Leoni

Il lupo cattivo

2017 - Lapidarie incisioni/ Company - distr. Sony
10/01/2018 - di
Quando si incontra sulla propria strada da ascoltatore un album come Il lupo cattivo ci si perde nel labirinto delle domande, tra le strade della logica e l`illogica delle parole, alla ricerca di un genere precostituito conosciuto, ma invece l`album di Lucio Leoni richiede il silenzio perchè come cita lo stesso cantautore, rifacendosi alle parole di Abbado “il silenzio prende senso come preludio al suono, come una tavolozza bianca su cui dipingere la musica”. Il lupo cattivo può essere definito un concept album sull`esistenza, intesa come un percorso in senso ampio nel quale, come nelle favole, è presente un lupo cattivo che per estensione è tutto ciò che può modificare la nostra strada, facendoci trovare di fronte a un bivio, a una decisione, ma che visto nella giusta ottica può essere anche motivo di crescita.

   L`intensità del lavoro di Lucio Leoni è fin da subito inebriante, senza mai scemare negli ascolti successivi, creando una sorta di ipnosi come stato dovuto a una serie di immagini/suoni percepite acutamente, tanto da poterlo definire come uno degli album più interessanti dello scenario contemporaneao. Un artista che sa fondere la scuola cantautorale italiana, in particolare quella romana, col post rock, l`indie-pop, sfiorando rap e hip-hop su una base chiara di spoken word tra interpretazione e significato, attento a ogni istante narrativo fuso col quello musicale, raccontando in ogni brano un lupo esistenziale di scelta, di battaglia e di crescita con chiari tratti autobiografici. Il lupo cattivo è indubbiamente un album sensato, che pur facendo assaporare all`ascoltatore il gusto del perdersi nei vicoli delle parole interpretate come se fossero strade capitoline colme di meraviglia, traccia un percorso che inizia con La pecora nel bosco per arrivare a Il lupo cattivo, e tra l`antitesi di queste due figure fiabesche smuove un intero viaggio esistenziale. Lucio Leoni oltre a richiedere silenzio, necessario per assaporare ogni termine, spesso di un racconto intimo, lo sa gestire, alternandolo alla parola, donando pari significato ad entrambi i fattori. L`artista, termine spesso abusato, ma in questo caso appropriato, sembra avere tra le mani il cubo di Rubick del linguaggio che ruota incastrando le parole per amplificarne il significato che accanto alle altre assumono nuove visioni sensate, grazie anche all`interpretazione che sa ogni volta adattarsi al tema, soprattutto in Sigarette con lo struggimento forte dei ricordi, capace di creare atmosfera ed un clima empatico che rende sempre l`ascoltatore protagonista del brano, spesso tra disperazione quieta e liberazione attenta.

   Oltre ai temi autobiografici, Lucio Leoni propone Le interiora di Filippo, prodotta da Giorgio Distante, nel quale mette in contrapposizione tradizione e sacro in una fusione di parole veloci che nel loro senso ritrovano forza, o in Impossibile essere possibile nata dalla collaborazione coi Vonneumann, confrontando tecnologia e umanità, sottolineando il contagio dell`interazione personale con termini tecnici, quindi facendoci sembrare incapaci di comunicare veramente, ma regalandoci il termine adatto per descrivere Il lupo cattivo, cioè un album “spossibile”, cioè ogni cosa possibile e impossibile. Ogni brano vive di vita propria, ma contemporaneamente acquista più senso all`interno di questo album, ogni traccia sembra indiscutibile, restando ammaliati dal lupo Lucio.

Track List

  • La pecora nel bosco
  • Stile libero
  • Le interiora di Filippo (prod. Giorgio Distante)
  • Sigarette
  • Mapuche
  • Perchè non dormi mai
  • Niente di male
  • Impossibile essere possibile feat. Vonneumann
  • Piccolo miracolo
  • Io sono uno
  • Il lupo cattivo

Lucio Leoni Altri articoli