Lontano da qui<small></small>
Emergenti − Alternative − folk

Lontano Da Qui

Lontano da qui

2017 -
24/02/2017 - di
I Lontano Da Qui sono un trio formatosi nel 2012 dopo un’amicizia nata tra le mura del Conservatorio di Roma. Nell’omonimo disco di esordio la toscana Elisa Castells (voce) ed i romani Matteo Uccella e Michele Bellanova (entrambi alla chitarra) hanno dato origine ad un impasto sonoro composto (gli studi al Conservatorio in questo si fanno giustamente sentire) ed allo stesso tempo vivace, in cui il folk è intarsiato di world music  e del sapore delle lingue del mondo nel sorreggere scene di vita vissuta (Il bar giù all’angolo)  o narrazioni di vite altrui,  anche drammatiche.

Un esempio è Tsunami, dove la melodiosa voce di Elisa ed i ceselli sonori quasi fanno dimenticare il racconto della tragedia dello Tsunami.  O ancora Suor Teresa, storia di un sentimento che la protagonista definisce “amore immondo” ma altro non è che amore, senza ulteriori aggettivi.

Non ricordo è quasi una taranta sull’omertà in cui però pausa e ritmo sono sapientemente contemperati, mentre La signora dei post- it racconta con grazia frenesie e tic odierni, con il contributo di ospiti come la violinista Susanna Di Scala.

Interessante è la presenza di due brani gemellati, che riecheggiano le atmosfere ritrovate per Vecchia Roma (2015) dagli Ardecore, Il barbone (con Rosso Petrolio) e la bonus track La barbona, in cui la povertà si racconta prima al maschile, in romanesco,  e poi al femminile, una povertà che quatta quatta, sotto ilsole di ponte Sisto,  comunque cerca fierezza e riscatto.

Lontano da qui è un buon punto di partenza per un gruppo che potrebbe riservarci bellissime storie da ascoltare nei dischi futuri accarezzati dall`incantevole voce di Elisa.

Track List

  • Non ricordo
  • Tsunami
  • Suor Teresa
  • Il barbone (featuring Rosso Petrolio)
  • Le notti bianche
  • Jim e Anne
  • La signora dei post- it
  • Social dipendente
  • Il bar giù all’angolo
  • La barbona (bonus track)