Live in Rock'A<small></small>
Italiana − Rock − italian blue collar

John Strada & The Wild Innocents

Live in Rock'A

2012 - John Strada / Audioglobe 2CD
29/05/2012 - di
Agli amanti del rock blue-collar, fatto di sudore e tanta passione, Live In Rock’a piacerà sicuramente. John Strada fa parte di quella generazione di musicisti che, come Ligabue e Graziano Romani fino ai più giovani Miami & The Groovers, hanno saputo inseguire il loro sogno con tenacia e convinzione, incarnando nella periferia emiliana il mito americano di un rock energico e passionale, sincero e genuino. Nella terra del sangiovese e del gnocco fritto può capitare di perdersi nel nebbione e incontrare Elvis che ti dice che non avrai mai successo nella musica, ma sarai costretto a provarci tutta la vita. In questo simpatico siparietto, utilizzato per presentare la band, sono riassunti i vent’anni di carriera che Strada ha alle spalle, fatti soprattutto di concerti dal vivo, dimensione in cui il rocker da il meglio di se.

I sogni ogni tanto si avverano e questo doppio live, registrato lo scorso anno nella bellissima cornice della Rocca di Cento, in provincia di Ferrara, ne è la testimonianza. Una serata in cui tutto è girato alla perfezione, a cominciare dai Wild Innocents, che suonano davvero molto bene e danno prova di grande efficacia e compattezza. L’iniziale Come una star, rock tirato e muscolare, l’energica Eccomi qua e La notte che mi hai lasciato, una ballata elettrica con una bella spolverata di hammond, ci introducono nel mondo di Strada, canzoni tutte cantate in italiano, storie semplici raccontate con grande sincerità, scritte con in mente Bruce Springsteen e il sound della E Street Band. Ascoltate la pianistica Lettera dal paradiso, uno dei brani più belli dalle liriche intense ed emozionanti, che parla di un ragazzo che non ha saputo accettare la realtà e da questa è stato sopraffatto, e sarete proiettati sul boardwalk del New Jersey. Il disco scorre veloce in un susseguirsi di pezzi trascinanti come Signora Rina e Ci deve essere un errore, ballad spezzacuori per tirare l’alba in spiaggia 15 Agosto, Marina di Ravenna e le cover di Growin’ up e Come Together davvero ben riuscite. La stoccata finale arriva con il rock’n’roll strada-iolo de La storia è fatta di notte e i due inni finali, Cavalli selvaggi, uno dei brani migliori, e l’epica Born to run.

Un ottimo lavoro quindi questo Live In Rock’a che riassume la magia di un concerto in cui John Strada e gli ottimi Wild Innocents hanno dato il meglio di loro stessi. Un plauso quindi ai membri della band, Fabio Monaco al basso, Alex Cuocci alla batteria, Francesco Foschieri alla chitarra e Daniele De Rosa all’hammond e al piano, e un augurio a John che questa sia l’occasione per raggiungere quel successo tanto inseguito e meritato.

Track List

  • Cd 1
  • Come una star
  • Eccomi qua
  • La notte che mi hai lasciato
  • Intro
  • Lettera dal Paradiso
  • Growin’ up
  • Sempre di più
  • Intro
  • 15 Agosto, Marina di Ravenna (Barbara)
  • Signora Rina
  • Crevalcore 07.01.05
  • Cohiba
  • Cd 2
  • Il fuoco dentro
  • Ci deve essere un errore
  • Come together
  • Intro
  • Sabbie mobili
  • La storia è fatta di notte
  • …e furono una band
  • Cavalli selvaggi
  • Born to run