Gurf Morlix - Blaze Foley´s 113th wet dream

Gurf Morlix

Blaze Foley´s 113th wet dream

2011 - Rootball Records

Americana Country

07/03/2011  |  di Andrea Valbonetti

Share on Facebook

Come spesso capita nel mondo del country anche questo inizio 2011 si caratterizza per l’uscita di un disco tributo nel quale si celebra un artista scomparso proponendo un’antologia delle sue canzoni più rappresentative. E’ ciò che Gurf Morlix, musicista e produttore veterano del genere country, ha fatto con il disco Blaze Foley’s 113th wet dream pubblicato a febbraio per la Rootball records. Si tratta di un raccolta di quindici brani che raccontano la musica di Blaze Foley, delineando il ritratto di un artista non molto noto in vita, ma di grande capacità compositiva.

Blaze Foley, con il quale Gurf Morlix ha collaborato, è morto prematuramente a trentanove anni nel 1989 ucciso dal figlio squilibrato di un amico, lasciando un vuoto in molti esponenti della musica country come Townes Van Zandt e Lucinda Williams.  Blaze Foley appartiene alla categoria dei beautiful losers che non sono riusciti a raggiungere il successo a causa del loro modo totalmente anticonformista e libero di intendere la vita (si dice che per un periodo vivesse in una casa su un albero). Dopo la sua morte però una serie di artisti amici o di artisti più giovani, ma influenzati dalle sue canzoni hanno contribuito alla riscoperta della sua opera ed il disco di Gurf Morlix costituisce uno dei punti più alti di questa riscoperta.

Nelle tracce inserite nell’album infatti è possibile trovare le varie anime della musica di Blaze Foley: ci sono pezzi divertenti come Big cheeseburgers and good french fries, brani disperati come Cold cold world o ancora brani malinconici e sentimentali come If I could only fly o For anything less. Il capolavoro dell’album è Clay pigeons, canzone portata al successo da John Prine, che racconta perfettamente la poetica di Blaze Foley e più in generale del genere country. La voce di Gurf Morlix, calda e roca, si adatta perfettamente ad interpretare queste canzoni dandogli una colorazione intensa, ma senza alterarle rispetto alle versioni originali che è possibile ascoltare, per i brani più famosi, su youtube in alcuni live di Blaze Foley.

Anche la copertina del disco è un tributo ad un altro degli aspetti più curiosi della biografia di Blaze Foley ricordato anche come il Messia del nastro adesivo. Il titolo del disco così come il nome di Gurf Morlix sono scritti utilizzando del nastro adesivo argentato con il quale Blaze Foley rivestiva i propri stivali e con il quale, così racconta la leggenda, è stata rivestita la sua bara. Blaze Foley’s 113th wet dream è un disco imperdibile per ogni amante della musica americana perché è autentico, onesto e ci fa scoprire un grande artista.

Share on Facebook

Track List:

  • Baby can I crawl back to you
  • Big cheeseburgers and good french fries
  • Clay pigeons
  • If I could only fly
  • No goodwill stores in Waikiki
  • For anything less
  • Oh darling
  • Picture cards
  • Down here where I am
  • Oooh love
  • Small town heroes
  • Rainbows and ridges
  • Blaze Foley´s 113th wet dream
  • In the mystic garden/I shoulda been home with you
  • Cold cold world

Mk Records Musica contro le mafie A Buzz Supreme Marte Live