Con ghiaccio<small></small>
Italiana − Canzone d`autore − rock

Giovanni Succi

Con ghiaccio

2017 - Ala Bianca / La Tempesta
04/09/2017 - di
Critico, cinico, attento, osservatore, illuminante, complesso, istrionico questo Artista di nicchia di Giovanni Succi che a settembre per la prima volta presenterà un album di inediti, infatti Con ghiaccio segue i precedenti due lavori che rivisitavano opere altrui, se Il Conte di Kevenhüller (Tarzan Rec., 2012) riprendeva Giorgio Caproni, i Lampi per Macachi (Wallace Rec./Audioglobe, 2014) era un tributo a Paolo Conte. Dopo una trentina di anni sulla scena come protagonsta dei Bachi da Pietra, La morte, Madrigali Magri si presenta come se stesso, in una sorta di biografia offre il suo punto di vista che sembra indiscutibile tanto riesce a sostenerlo, strappa un sorriso di approvazione e riesce a mantenere l`attenzione fino al termine del suo Con ghiaccio.

   Undici tracce piene di parole, come se ci facesse vedere scene tramite un cannocchiale, mentre la sua voce descrive minuziosamente ogni lato, aspetto, angolazione e minimo particolare, uno sguardo ai ricordi, uno sguardo al presente, con una voce inconfondibile alla quale spesso viene voglia di rivolgere una domanda per uno scambio di opinioni. Giovanni Succi dimostra di non avere "creduto a niente se non al palco e al tasto STOP", infatti ferma una situazione, la recita in modo critico, riesce a farcela vivere con le parole, con una precisa capacità di descrizione e di fermo-immagine, inserisce termini come stocastico, entromachia, spasmoplasmi alternandoli a giochi di suoni, manipola le parole, le plasma donandogli nuovo suono, fondendoli con gli stumenti e la voce, dandogli nuova vita. Polemico, pone il limite alla norma, ne sostiene la controparte, deride, schernisce “fuori da tutto era biondo come un putto” e alla fine se ciò che ci presenta non ci va bene, se così liscio non piace, possiamo sempre diluirlo Con ghiaccio.

   Giovanni Succi Con ghiaccio riesce a crearsi una linea propria, innegabile, molto ben studiata, dettagliata e precisa anche nella produzione e arrangiamenti di Ivan A.Rossi, sia quando si presenta nella title-track che ci consegna la chiave di lettura dell`intero album, soprattutto se collegata a Bukowski, sia quando riesce a documentare Il giro tra bramosia e la becera attualità delle app e del merchandising, mentre in Tutto subito presenta la personale idea di questi anni. Un album che distoglie l`attenzione da tutto, che stimola la tensione, ammirevole per l`uso dei termini in grado di smuovere sensazioni contrastanti e molto coraggioso.

Track List

  • Artista di nicchia
  • Remo
  • Bukowski
  • Sipario
  • Il giro
  • Tutto subito
  • Satana
  • Salva il mondo
  • Arriveremo in pedalo
  • Elegantissimo
  • Con ghiaccio

Giovanni Succi Altri articoli