Belotus<small></small>
Emergenti − Alternative − Rock, elettronica, indie-tronic

Edless

Belotus

2016 - Vina Records
20/02/2017 - di
Quattro canzoni rock condite con l’elettronica e con velature dark. Stiamo parlando dei brani che compongono l’ep Belotus degli Edless, quintetto milanese formato da Fabio Bonvini, voce e chitarra, Marco Bonvini, basso, Giorgio Pasculli, chitarre, Niccolò Rocco, batteria, Leonardo Musumeci, tastiere e synth.

A due anni di distanza dal loro ep di debutto, Aconite, riecco la band con un secondo ep: quattro canzoni registrate in presa diretta e che presentano un imprinting ben preciso. L’anima che permea le quattro canzoni è il rock condito poi con una parte fortemente dark che a volte sfocia nel punk, come accade in Just once, altre il suono è quello tipico degli anni Novanta con un rock un po’ meno dark, ascoltare Redress ed Erase per intenderci, altre volte ancora le note lasciano più spazio ai synth come accade per What if, brano di apertura dell’ep.

Quattro canzoni che nell’insieme rendono l’idea di quello chegli Edless sanno fare e che fornisce all’ascoltare un buon punto di partenza per approcciarsi a una commistione di generi talvolta percepita come di non facile ascolto per i non amanti del genere e che invece in questo caso può piacere anche ai neofiti del genere.

Da tenere d’occhio.

Track List

  • WHAT IF
  • JUST ONCE
  • REDRESS
  • ERASE