Live …. Bryn Mawr 1978
Americana − Songwriting − Folk Blues

Dave Van Ronk

Live …. Bryn Mawr 1978

2017 - Echoes
05/04/2017 - di
Passata la sbornia del periodo 2013/2014, che ci ha consegnato una sovra esposizione del personaggio Dave Van Ronk in seguito alla pubblicazione della sua autobiografia Manhattan Folk Story, che poi ha dato gli spunti ai fratelli Cohen per la sceneggiatura del  film Inside Llewyn Davis e ad una conseguente piccola messe di live e raccolte non sempre di qualità eccelsa, ecco che, grazie alla Echoes Records, abbiamo per le mani la stampa ufficiale di questo fantastico concerto chitarra e voce che Van Ronk tenne a Bryn Mawr a Philadelphia nel 1978  e trasmesso Broadcast alla WIOQ 102.1 FM (ad oggi se non erro apparso unicamente come bootleg).

La registrazione del concerto è qui rimasterizzata professionalmente con tanto di libretto e  note espanse, interviste e rare foto dell’epoca. Questo live si colloca temporalmente giusto in mezzo a quelli che possiamo considerare tra i dischi migliori di Dave, almeno nella formula chitarra e voce, e che sono Sunday Street (1976) e Somebody Else, Not Me (1980). La vita del “Sindaco di MacDougal Street”  in quel periodo non era neppure tanto grama, nonostante la sua asma lo tormentasse in modo altalenante e metereopatico, come ha avuto modo di scrivere egli stesso nell’autobiografia rispondendo ad una domanda: “E quel brontolio profondo nella mia voce? Amico mio, sono asmatico. Più il tempo è brutto, più la mia voce è rauca e rasposa. E’ fantastico. Nasconde tutti i difetti” (pag. 231).

In questo live risulta evidente che però lui anche un po’ giocava modificando artatamente la grana della “carta vetrata” nella sua voce, infatti,  all’ascolto si percepisce, nell’ambito dello stesso concerto, un utilizzo differenziato delle corde vocali che passa dagli acidi e quasi sgraziati vocalizzi di Head Inspector alle morbidezze raggiunte nell’intensa e sofferta  Moonshiner e ancor più nell’eterea e ancor più commovente Think It`s Going To Rain Today (Randy Newman 1968) in cui la voce di DVR diventa leggera e vellutata tanto da sembrare quella di un altro. Il concerto è di quelli indimenticabili per il pubblico anche perché, come è solito fare, Dave, alla fine di ogni pezzo parla, racconta, dialoga con il pubblico, ride e scherza in modo del tutto informale.

Ovviamente esegue la sua grande passione, B. Brecht, presentando ben due brani, As You Make Your Bed (con tanto di melodia fischiata a là “drunk on the moon) e l’hit Brechtiano Mack The Knife, eseguito con un grande lavoro di picking. Song Of The Wandering Angus (su testo di Donovan 1971) è da pelle d’oca, DVR accarezza corde e melodia, ed è da applausi, ma il vero smash Dave lo assesta con Pastures Of Plenty (W. Guthrie 1941), basterebbe questa esecuzione per far alzare tutti i musicisti in sala e mandarli a casa a studiare. Straordinaria!  Insomma ancora un volta avere l’opportunità di riascoltare, riesumando un concerto tra i migliori in carriera, tra l’altro inciso magnificamente, ci conferma di quanto questo meraviglioso artista sia stato importante per l’evoluzione del genere, ancora oggi è riferimento indispensabile per ogni singer songwriter che decide di intraprendere quella strada ispida ed inflazionata, ovvero il folk nelle sue varie sfaccettature, si perché Van Ronk viene troppo spesso individuato come maestro di folk blues in realtà  questa oltre che una semplificazione è anche un’inesattezza in quanto è stato molto di più.

Track List

  • DJ Intro
  • Keep It Clean
  • Pastures Of Plenty
  • Head Inspector
  • I Think It`s Going To Rain Today
  • As You Make Your Bed
  • Moonshiner
  • 2-19 Blues
  • Sunday Street
  • Song Of The Wandering Angus
  • Mack The Knife
  • Sportin` Life Blues
  • DJ Outro