Dar Williams - Many Great Companions

Dar Williams

Many Great Companions

2010 - Razor & Tie - Proper /IRD

Americana Songwriting

15/12/2010  |  di Vito Sartor

Share on Facebook

Quanto sia importante scavare con le unghie nella terra fertile del folk and roots americano ce lo dimostra questo decimo (doppio disco) che celebra il ventennale della carriera di Dar Williams - classe 1967: un doppio album che comprende il best of della songwriter, che esordì nel 1993 con il disco The Honesty Room, a cui si aggiunge un intero capitolo dedicato a 'canzoni rivisitate con la chitarra e qualche amico', tra i quali, Sean and Sara Watkins dei Nickel Creek, Mary Chapin Carpenter, Patty Larkin e il Mother Lode Trio. Dar Williams non ha mai sfondato veramente nel nostro piccolo paese, nonostante abbia collezionato successi sufficienti per farla conoscere oltre continente, grazie soprattutto alla presenza nella sound track di 'Quel Mostro di Suocera' (2005) con un estratto del disco The Beauty Of The Rain (2003), disco forte di una discreta diffusione anche nel nostro paese; in ultimo la presenza in duo di nonno Seeger, in Tomorrow’s Singer (2010), nel brano 'Solartopia', da poco recensito su Mescalina.it. Il doppio è orientato un po’ a tutte le orecchie amanti dell’americana vecchi e nuovi adepti: il secondo cd ci da una panoramica discografica sull’artista che riprende – voce e chitarra – il suo intimissimo percorso folk. Una serie di brani estratti dalla sua discografia, che va dal 1993 al 2008, che permette la conoscenza completa della cantautrice: il disco riprende molti brani già presenti nel primo cd, come la splendida cornice americana e fanciullesca di "The Babysitter's Here". La buona scelta, è stata quella di differenziare il suono di questo doppio cd esponendo l'artista a tutte le sue influenze, sopratutto quelle più moderne: pop ('It's Alright','February'), avant rock ('Are You Out There'), lo splendido e tipico arpeggio di 'If You Wrote', passando dall'intimismo di "The Beauty of the Rain", brani interpretati e suonati magicamente come ci dimostrano 'Closer To Me', un folk post moderno, o la eco ballad di 'The One Who Knows'. Completamente diverso e da spirito solitario il primo cd che esordisce con un richiamo alla luna che è un po’ il manifesto della sensibilità artistica, sociale e poetica di Dar Williams. 'The Christian and The Pagans' è una ballata quasi precipitosa, accompagnata dalla pulita coralità dei fratelli Watkins, ovvero Sara e Sean (Nickel Creek).'Iowa' riassume un po' lo spirito di tutto il disco, incomincia in solitario per poi raccogliere lentamente ad uno ad uno i compagni di questo viaggio. Il booklet è scarno, non presenta né testi né contenuti fotografici particolari, raccoglie invece diversi pensieri e dediche scritte da amici musicisti e amici (Lynn Miles, Ron Sexsmith, Christine Lavin e molti altri) che in qualche modo hanno conosciuto o avuto modo di condividere qualcosa con la Dar. Many Great Companions è un’opera adatta ad avvicinarsi a Dar Williams, anche se a mio giudizio è un disco un po’ troppo prolisso: l’amicizia ha senz’altro giocato un ruolo primario, forse è quello il messaggio principale di questo lavoro.

Share on Facebook

Track List:

  • Disc 1
  • Calling the Moon
  • If I Wrote You
  • Spring Street
  • I´ll Miss You Till I Meet You
  • The Christians and the Pagans
  • What Do You Hear In These Sounds
  • The One Who Knows
  • The Babysitter´s Here
  • As Cool As I Am
  • You Rise and Meet the Day
  • Iowa
  • When I Was a Boy
  • Disc 2
  • It´s Alright
  • Are You Out There
  • As Cool As I Am
  • If I Wrote You
  • February
  • Mercy of the Fallen
  • The Easy Way
  • The One Who Knows
  • Teen for God
  • After All
  • Book of Love
  • The Beauty of the Rain
  • The Babysitter´s Here
  • Better Things
  • Spring Street
  • The Ocean
  • Closer to Me
  • Empire
  • The End of the Summer
  • When I Was a Boy

Musica contro le mafie Mk Records http://www.musicraiser.com/it/projects/3337-viaggio-nelle-citta-del-jazz A Buzz Supreme Marte Live