Scaramante<small></small>
Italiana

Cristiano De AndrÈ

Scaramante

2001 - EDEL ITALIA / TARGET
23/01/2002 - di
Essere De Andrè non è facile, non lo è stato per Fabrizio e non lo è nemmeno per Cristiano.
Si tratta di coltivare una terra dura e asciutta, una crosta secca difficile da penetrare, ma brulla e fertile sotto la superficie. È una terra che va arata ancora con vomero e buoi e che ad ogni passo fa piegare sempre più la schiena sotto il peso dei solchi precedenti.
Per alcuni vedere spuntare un germoglio vale comunque ogni fatica e uno di questi è Cristiano De Andrè che questa terra la mette anche in copertina al suo nuovo disco con la speranza scaramantica che quel germoglio possa crescere. Germoglio che è anche simbolo dell’autore stesso, per anni rimasto in profondità a formarsi, schiacciato dal peso di altri passaggi, salvo sbocciare di tanto in tanto, benevolo e isolato nel mezzo del podere. Cristiano non ha perso l’abitudine di emergere in silenzio, poco alla volta, proprio come un bocciolo di cui tutti si accorgono quando è ormai schiuso. Quinto album di una carriera finora spesa coltivando fertili qualità da cantautore e da polistrumentista, “Scaramante” prosegue quella ricerca d’identità da sempre inseguita in ambito sociale, sentimentale e melodico dal suo autore. Come ormai d’abitudine, Cristiano torna a suonare di tutto (chitarra classica e acustica, bouzouki, violino, charango, tastiere) e a collaborare con quei fidati amici con cui potrebbe fondare un club artistico di primissima qualità (Oliviero Malaspina, Mauro Pagani, Daniele Fossati, Rudy Marra, Fabrizio Casalino, Stefano Melone e Danny Greggio).
Diciamo subito che chi fosse sulle tracce dell’eredità di De Andrè, resterà deluso, non tanto perché l’album non contenga rimandi (alcuni cori sembrano provenire direttamente dalle sessions di “Anime salve”, mentre “Sempre anà” risuona dello sciacquio del mare di “Creuza de mà”), ma piuttosto perché si presenta come un disco di Cristiano al 100%: se la canzoni di Fabrizio potevano essere suonate in spiaggia, cantate in piazza o citate sui testi più disparati, le dieci tracce qua offerte vanno invece ascoltate in una gelosa solitudine.
Il suono è una sapiente miscela di tradizione folk, pop e sfumature etniche con arrangiamenti squisiti; non ci sono capolavori, ma ogni canzone ha il suo motivo, il suo solco in cui germinare.
Brani con una forte estrazione sociale come “Lady barcollando”, “Sei arrivata” e “La diligenza” portano in evidenza una coscienza ferma, capace di uno sguardo duro, che viene aumentato dall’uso delle metafore, da un’ironia tagliente e anche dall’azzeccato intervento rap di Michael Corkran.
Altrove invece Cristiano si lascia guidare dalla sua vena più intimistica finendo per produrre un effetto di autocommiserazione (“Fragile scusa”). Ma i pezzi più riusciti sono quelli in cui l’attenzione è concentrata sugli elementi naturali alla ricerca di una pacificazione e di un abbraccio vitale: in “Un’antica canzone” e in “Sempre anà” salgono come una leggera nebbia degli echi di new age portati anche dalla presenza spirituale di Mauro Pagani. E a proposito di spirituale Cristiano non esita a lanciare il suo scandaglio fino a sondarne gli aspetti scaramantici con “Le quaranta carte” e “Non sapevo il credo”.
Nella sua totalità il disco è ottimo e ottimista, colmo di ballate sobrie e di buone parole dettate da una coscienza sensibile che si apre alle possibilità della vita: non a caso il brano iniziale, “Buona speranza”, accenna alla vita e quello conclusivo, “Il silenzio e la luce”, sfiora il tema della morte.
Un album denso di umanità che mostra tutto ciò che Cristiano De Andrè può e potrebbe fare.


Discografia:

CRISTIANO DE ANDRE’ - 1987, Ricordi
L’ALBERO DELLA CUCCAGNA - 1990, Ricordi
CANZONI CON IL NASO LUNGO - 1992, WEA (ristampato con il titolo CRISTIANO DE ANDRE’ nel 1993)
SUL CONFINE - 1995, WEA
SCARAMANTE - 2001, WEA

Track List

  • Buona speranza|
  • Lady barcollando|
  • Sei arrivata|
  • Fragile scusa|
  • Un’antica canzone|
  • Le quaranta carte|
  • Sapevo il credo|
  • Sempre ana’|
  • La diligenza|
  • Il silenzio e la luce

Concerti Cristiano De AndrÈ

  • Cristiano De André @ Teatro Duse Bologna

    15Dicembre

  • Cristiano De André @ PalaBassano Bassano del Grappa

    16Dicembre

Cristiano De AndrÈ Altri articoli