Four Hands Party<small></small>
World − Folk

Bruskers Guitar Duo

Four Hands Party

2016 - Fingerpickingnet / IRD
18/07/2016 - di
Eugenio Polacchini e Matteo Minozzi , ossia  Bruskers Guitar Duo , sono due virtuosi della chitarra, che, con il loro recente Four hands party, sono  giunti al loro terzo disco: questa volta è il turno di alcuni autori rappresentativi del ‘900. Così, dalle mani abili e dal tocco espressivo del duo passano standard inossidabili, come Summertime di George Gershwin, oppure Yesterdays di Jerome Kern, fino a futuri classici, come Fragile di Sting, senza dimenticare Renato Carosone, o Fiorenzo Carpi e i suoi brani scritti per Pinocchio, in una suite originale e convincente.

Nel disco però sono presenti anche composizioni originali, che confermano la bravura creativa dei chitarristi, e riletture di tradizionali coreani come Airang; quello che colpisce dall`ascolto dei pezzi, però, non è solo la poliedricità delle scelte, tipica del duo, che si esibisce ovunque nel mondo e quindi ha nel repertorio un numero molto vasto di brani, ma soprattutto lo splendido affiatamento fra i due, che rende le esecuzioni intense e scintillanti, ricche di sfumature ironiche e di reinterpretazioni alla Bob Brozman.

Non resta che frequentare il loro sito, per scoprire le date live, nelle quali sicuramente sapranno confermare le ottime impressioni del disco.

 

 

Track List

  • Yesterdays (J. Kern)
  • Summertime (G. Gershwin)
  • Segura Ele (Pixinguinha)
  • Fragile (Sting)
  • Tu Vuò Fà L’Americano (R. Carosone)
  • Viva Rakija (M. Minozzi – E. Polacchini)
  • Music from Pinocchio (F. Carpi)
  • Arirang (trad. Korea)
  • You’re Wrong, I’m Right (E. Polacchini – M. Minozzi)
  • I’m Seventeen Years Old (trad. Korea)
  • Fly Me to the Moon (B. Howard)